Boxe, Pacquiao: Mi riduco la borsa pur di affrontare Mayweather nel 2015

Pubblicato il autore: Federico Sorrentino Segui

Manny Pacquiao sarebbe disposto a tutto pur di affrontare nel 2015 lo statunitense Floyd Mayweather, anche a ridursi la borsa. A sostenerlo è Eric Pineda, manager del pugile asiatico, che ribadisce come il prossimo anno si possa organizzare quello che per molti sarebbe il ‘match del secolo’, il terzo dopo Alì-Frazier e Tyson-Holyfield. Pacquiao e Mayweather sono probabilmente i migliori pugili della loro generazione, ma il fato – o magari qualcos’altro – ha voluto che non si trovassero mai sullo stesso ring.  “I tifosi aspettano questo combattimento da troppo tempo – ha detto Pineda – ci sono dunque alcune trattative in corso per mettere fine all’attesa. Ma non è questione di soldi, il denaro è l’ultima delle preoccupazioni di Manny”. Una dichiarazione confermata anche da cronache non proprio recentissime, che volevano il filippino disinteressato alla propria quota, tanto da privarsi quasi completamente del suo compenso in favore dell’americano.

potrebbe interessarti ancheMondiali pallanuoto, Italia-Giappone 9-7: gli azzurri soffrono ma alla fine vincono contro un avversario mai domo

Le cifre che ruotano attorno al combattimento non sono mai state svelate, ma nel 2012 – quando si iniziò a parlare per la prima volta di questo match – si faceva riferimento ad una cifra vicina ai 200 milioni di dollari. Pacquiao, 36 anni a dicembre, è in un ottimo momento di forma. Proprio domenica ha battuto ai punti l’americano Chris Algieri a Macao, conquistando la cintura Wbo dei pesi welter. Tra i due, sembra proprio Mayweather quello più restio a scendere sul ring. Sono anni infatti che si parla di questo match, ma più se ne parla e più ci si allontana dall’obiettivo di riunire i due pugili nella stessa arena. Per l’americano, Pacquiao è solo un “uomo manovrato dai suoi manager”. Pure il mondo del rap – 50 Cent – provò a negoziare tra i due, senza riuscirci.

potrebbe interessarti ancheNuoto, Mondiali in Sud Corea.Batki e Paltrinieri qualificati per le Olimpiadi del prossimo anno.

Mayweather, 38 anni a febbraio, detiene invece le corone Wba e Wbo, ha vinto 47 match sui 47 in carriera, 26 dei quali per ko. Oggi l’americano è tutto ciò che una volta era il filippino: vincente, ricco (è lo sportivo più pagato al mondo, precede Cristiano Ronaldo e Lebron James) e famoso. Per Pacquiao (64 incontri in carriera, 57 vinti di cui 38 per ko, 5 persi di cui 2 per ko e 2 pareggi) si presenta la grande occasione di sfidare Mayweather: ora o mai più. Anche perché la pazienza dei tifosi non è illimitata e il 2015 sembra essere la data ultima entro cui organizzare un match atteso da tutto il mondo, in ogni emisfero e ad ogni latitudine.

notizie sul temaMondiali pallanuoto, Italia-Brasile 14-5: esordio in scioltezza per il settebello azzurroWimbledon: Djokovic piega Federer al tiebreak e vince il torneoF1 GP Silverstone: Trionfa Hamilton, Vettel si scontra con Verstappen
  •   
  •  
  •  
  •