IRONMAN: Cozumel, Messico, la natura incontaminata ospita il Triathlon

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

ironman di cozumel

Circondata dal Mar dei Caraibi, 16 chilometri al largo della penisola messicana dello Yucatan, esiste un’isola che è una delle principali destinazioni di immersione nel mondo: Cozumel. Domenica 30 novembre, in questo paradiso terrestre, si è potuto osservare un altro spettacolo oltre la seconda barriera corallina più grande del mondo, l’IRONMAN.

Gli atleti hanno nuotato per 3,8 km tra i pesci tropicali delle calde acque cristalline del Parco Nazionale Cozumel. La gara è proseguita con tre giri del percorso ciclistico (180 km) su una strada pianeggiante perfettamente asfaltata. L’unico ostacolo affrontato è stato il forte vento trasversale che ha soffiato lungo la costa. La maratona finale si è corsa anch’essa su tre giri piatti. Si è passati sia dal lungomare ai quartieri storici di Cozumel, terminando in piazza del municipio San Miguel de Cozumel, dove i residenti locali, con il loro caloroso tifo, hanno aiutato ogni partecipante a diventare un IRONMAN.

Gara maschile:

potrebbe interessarti ancheCalcio a 5 Serie C2 Sicilia, nel girone A è festival del gol: in testa è lotta Alqamah – Canicattì

Michael Weiss, campione in carica, sembrava non essere in giornata quando è spuntato dall’acqua in 20a posizione a sei minuti di distanza dal primo. Salito sulla bici, però, si è trasformato. La sua carica agonistica si è sprigionata sui pedali, raggiungendo le prime posizioni già al termine del primo giro. Era impensabile che tenesse quei ritmi, eppure l’austriaco, al termine della frazione ciclistica, aveva accumulato ben 16 minuti di vantaggio sul McKernan e Chrabot. Gli avversari pensavano che Weiss pagasse lo sforzo ciclistico durante la maratona, invece ha incrementato il vantaggio nella prima parte di corsa per poi gestire il vantaggio, trionfando e impressionando in 8:12:16.

Gara femminile:

Nicola Spirig è uscita dall’acqua insieme a Celine Schaerer, Lucie Zelenkova e Ruth Nivon Machoud. Alla fine del primo giro ciclistico era stata superata da Michelle Vesterby, capace di infliggerle ben due minuti di distacco al termine della frazione ciclistica. La Spirig ha rimontato passo dopo passo nella frazione podistica, tornando a essere leader della corsa in prossimità della mezza maratona. La progressione finale della svizzera non ha lasciato scampo alla Vesterby, dimostrandosi superiore e vincendo così in 9:14:07.

potrebbe interessarti ancheMartina Dogana, nata per il triathlon

medaglia IM cosumel

Uomini

  1. Michael Weiss (AUT) 8:12:16
  2. Matt Chrabot (USA) 8:29:50
  3. Clemente Alonso Mckernan (ESP) 8:30:17

Donne

  1. Nicola Spirig (CHE) 9:14:07
  2. Michelle Vesterby (DNK) 9:17:30
  3. Kelly Williamson (USA) 9:24:41

notizie sul temaCalcio a 5 Serie C1 Girone A Sicilia, Nuova Pro Nissa inarrestabile. Sorprese nelle retrovieSicilia Calcio a 5 Serie C2 – Girone A: volano l’Alqamah ed il Futsal Canicattì 5Paolo Condò e Marco Pastonesi ospiti dell’evento Parole di Sport
  •   
  •  
  •  
  •