Ginnastica artistica: Hurd campionessa mondiale, Mori 12esima nel mondo

Pubblicato il autore: Samira Segui
Lara Mori

Stefania Bucci e Lara Mori  | Foto di Filippo Tomasi/fgi

Montreal, mondiali 2017: Morgan Hurd campionessa mondiale; Argento per Elsabeth Black e Bronzo per Elena Eremina; per l’Italia Lara Mori, 12esima nel mondo!

Stanotte alle 3, ora italiana, si è conclusa anche la finale All Around femminile dei campionati mondiali di ginnastica artistica di Montreal.

Ragan Smith, ginnasta americana tra le favorite per la vittoria del titolo individuale, si è infortunata alla caviglia eseguendo il doppio avvitamento al volteggio durante il riscaldamento, proprio poco prima dell’inizio della gara. Costretta a ritirarsi dalla finale All Around (dovrà rinunciare anche alla finale al corpo libero dell’8 ottobre) ha lasciato il posto alla rumena Ioana Crisan, la prima riserva. Un mondiale che sebbene stia riservando delle belle sorprese contemporaneamente lascia tanta amarezza in bocca per il numero di infortuni che portà con sè, la Smith infatti non è l’unica ad aver dovuto rinunciare al mondiale.

La finale All around ha visto trionfare, dopo un lungo testa a testa tra le favorite, l’americana Morgan Hurd con un totale di 55.232 punti, davanti alla  canadese Elsabeth Black per un solo decimo (55.132 punti) e la russa Elena Eremina con 54.799 punti. Delusione per la giapponese Mai Murakami, quarta ad un decimo dalla russa Eremina (54.699 punti) che in qualifica era riuscita a piazzarsi al primo posto nella classifica. La caduta alla trave è stata fatale per riuscire a farsi spazio sul podio.

Lara Mori

Foto di Filippo Tomasi/fgi

Lara Mori, caporale dell’Esercito italiano, qualificatasi con il 19esimo posto porta a termine una bella gara, riuscendo a riscattarsi e guadagnare ben 7 posizioni per chiudere la sua prima finale all around mondiale al 12esimo posto con 52.165 punti.
Partita al corpo libero porta a termine un esercizio meno brillante rispetto alla qualifica, l’imprecisione sul triplo avvitamento non ha permesso che questo elemento venisse riconosciuto come tale e riesce infatti ad ottenere solo un 13.000. Al volteggio migliora invece la qualifica di qualche decimo ottenendo 13.433 punti; replica il 13.466 della qualifica alle parallele e alla trave porta a casa 12.266, un punteggio che a detta anche del DTN non rispecchierebbe l’esercizio della ginnasta toscana.

Per la Mori quindi un grande risultato che conferma l’ottimo lavoro svolto fino ad ora in palestra con Stefania Bucci e ripaga il sacrificio di aver rinunciato alle vacanze estive dopo la maturità sostenuta questa estate. Un risultato che sa di rivincita dopo la delusione di Rio; Lara infatti dopo aver partecipato al Test Event ad aprile 2016, ha dovuto rinunciare al sogno olimpico: ancora una volta per lei il ruolo di riserva.

La Mori stessa sugli account Instagram e Facebook ha ammesso di essere molto soddisfatta di se stessa e che i sacrifici fatti fino ad ora sono stati ripagati:

Anche il DTN Enrico Casella è molto soddisfatto e contento dei risultati della ginnasta toscana, di seguito l’intervista a caldo realizzata dalla Federazione Ginnastica D’Italia:

Per Lara Mori non finisce qui il mondiale: domani sera, domenica 8 ottobre, la finale di specialità al corpo libero con la compagna Vanessa Ferrari. Al posto di Ragan Smith entra la vicecampionessa mondiale Elsabeth Black e quindi oltre al Canada, l’Italia è l’unica Nazione ad avere due ginnaste in questa finale; Mori partirà per terza, Ferrari per ultima.

Questa sera invece la prima parte delle finali di specialità in diretta su Rai Sport dalle 18:55 con:
– Corpo libero
– Cavallo con maniglie
– Anelli
per la maschile
– Volteggio
– Parallele
per la femminile.

Domani domenica 8 ottobre in differita dalle 23 su Rai Sport con:
– Volteggio
– Parallele simmetriche
– Sbarra
per la maschile
– Trave
– Corpo libero
per la femminile

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •