WWE: verso Hell in a Cell, le previsioni

Pubblicato il autore: Mario Grasso Segui


La WWE non si ferma e a distanza di soli 15 giorni dall’ultimo special event, eccone un’altro, stavolta riservato al roster di SmackDown. Ecco Hell in a Cell. Evento a tema, che si basa sullo svolgimento di più match (il main event sicuramente, ndr) con la stipulazione che dà il titolo al ppv. Neanche tanti a ben vedere, visto che gli Hell in a Cell match in programma saranno solo due sui sette totali dell’evento. Ma andiamo a vedere la card completa, analizziamola e divertiamoci con i pronostici.

Chad Gable & Shelton Benjamin v Hype Bros [kick-off]. Prima dello show vero e proprio, tra un promo e un altro, andrà in scena questo match. Pronostico abbastanza scontato: un tag team da lanciare e uno da affossare con uno split. Chiaro che dovrebbero vincere Gable e il rientrato Benjamin, con Rawley e Ryder pronti a “splittare” definitivamente, magari dopo qualche incomprensione durante il match. Pronostico: vincono Chad Gable & Shelton Benjamin

Randy Orton v Rusev. A Summerslam Randy Orton ha vinto in dieci secondi. Rusev ha restituito il “favore” qualche settimana dopo in una puntata di SmackDown. Ora la resa dei conti, che si spera possa essere almeno un match di discreta durata e gradevole. Faida costruita male e un po’ a caso. La vittoria può arrivare tanto a uno quanto a un altro. Ma prevedo una soluzione del feud in favore di The Viper. Pronostico: vince Randy Orton

Bobby Roode v Dolph Ziggler. Come già accaduto mesi fa a Backlash, Dolph Ziggler viene ripescato dal cassetto degli oggetti smarriti per lanciare una nuova star. In quell’occasione tirò fuori un buonissimo match, perso però contro il giapponese, che necessitava di un push introduttivo in WWE. Stessa sorte per questa sfida contro Bobby Roode, che proviene da ottimi risultati nella ex TNA e a NXT. Difficile credere che alla prima apparizione in un ppv del main roster The Glorious possa perdere. Semmai c’è curiosità per vedere che tipo di contesa sarà. Pronostico: vince Bobby Roode

Natalya (c) v Charlotte Flair [per il titolo femminile di SmackDown WWE]. Sembra strano, ma pur essendo palesemente la più brava tecnicamente tra tutte le donne di entrambi i roster, Charlotte Flair non ha ancora mai vinto il titolo femminile di SmackDown né è mai andata vicina a vincerlo. Questa contro Natalya sarà la prima occasione utile e sinceramente credo che non fallirà l’assalto. Il regno della canadese è stato, secondo me, più un premio alla carriera e ai sacrifici di questi anni che non qualcosa di programmato. Quindi dico Charlotte. Certo, incombe sempre lo spettro di Carmella e del suo Money in the Bank, ma credo che The Fabulous sceglierà ancora di temporeggiare. Pronostico: vince Charlotte Flair e diventa campionessa

New Day (c) v The Usos in un Hell in a Cell match  [per i titoli di coppia di SmackDown WWE]. Si sono sfidati in tutti i modi e hanno sempre dato spettacolo. In principio fu la sfida di Money in the Bank, vinta dal New Day ma solo per countout e quindi senza passaggio di titoli. Poi fu la volta di Battleground, con tanto di conquista del titolo per i tre simpatici ragazzotti. Poi la rivincita dei bad boys nel preshow di Summerslam. Quindi ancora una vittoria Usos in un match non titolato a SmackDown con possibilità per i vincitori di scegliere la stipulazione per il match successivo con titoli in palio sempre a SmackDown. Quindi lo Street Fight match che ha visto il New Day riprendersi i titoli. Il tutto sempre condito da grandiosi match. Due tag team complementari e fantastici ogni volta che sono venuti a contatto. Ora la resa dei conti. Credo che vinceranno i New Day, chiudendo una gran bella faida e dando spazio ad altre coppie del roster per le prossime sfide. Pronostico: vincono i New Day e rimangono campioni

AJ Styles (c) v Baron Corbin [per il titolo degli Stati Uniti WWE]. Dopo aver fallito l’assalto al titolo intercontinentale (allora detenuto da Dean Ambrose, ndr) a Wrestlemania, dopo aver vinto il Money in the Bank ma fallendo clamorosamente l’incasso (cosa accaduta solo tre volte nella storia, ndr) e dopo aver perso nel match che doveva rilanciarlo contro John Cena, Baron Corbin ci riprova. Stavolta il suo obiettivo è il titolo statunitense di AJ Styles, un fenomeno del ring. Sfida che conta tanto per il Lone Wolf. Certo, una sconfitta sarebbe ancora un ridimensionamento del suo personaggio. Ma vista la poca scelta nel roster si potrebbe anche ipotizzare una vittoria di Styles solo come primo step di una faida tra i due, che magari in futuro potrebbe anche portare Baron alla vittoria della sua prima cintura da quando è nel main roster. Pronostico: vince AJ Styles e rimane campione

Jinder Mahal (c) v Shinsuke Nakamura [per il titolo WWE]. Tutto il mondo, o quasi, vuole veder Nakamura campione WWE. Ma sia per la struttura del match (un normale uno contro uno, ndr) sia per alcuni eventi della compagnia che lasciano intravedere una certa strategia di marketing, la vittoria credo che andrà ancora a Mahal. Il Modern Day Marajah sarà presente nel tour di dicembre in India ed è facile prevedere che potrebbe arrivarci da campione. In più il fatto che sarà un match singolo classico, lascia pensare che per l’ennesima volta la WWE metta in pratica il piano tipico delle vittorie di Mahal: intervento dei Singh Brothers, magari le prendono, ma Jinder ne approfitta e mette ko il suo rivale. I tempi d’oro per Nakamura arriveranno, ma forse non domenica. Piaccia o no, probabilmente almeno fino alla fine dell’anno Mahal potrebbe essere campione. Pronostico: vince Jinder Mahal e rimane campione

Kevin Owens v Shane McMahon in un Hell in a Cell Falls Count Anywhere match. Feud costruito benissimo e che parte da lontano: dalle proteste di Kevin Owens sugli errori arbitrali presunti nei match per il titolo statunitense contro AJ Styles, tutti persi dal Prize Fighter. Il canadese si è spinto oltre, con attacchi alla persona di Shane, alla sua famiglia e malmenando suo padre Vince. Scrittura classica, provocatoria, ma sempre efficace. Il cattivo che provoca il buono, che finisce nella trappola, accettando lo scontro fisico. Quanto alla sfida abbiamo di fronte due certezze: Owens è tecnicamente uno dei più bravi wrestler presenti in WWE, Shane regala sempre ottime prestazioni pur non essendo un wrestler e lo fa sempre in match con stipulazioni aggressive come questa, che prevede una variante al classico Hell in a Cell, ossia il Falls Count Anywhere, la possibilità di schienare o sottomettere l’avversario anche fuori dal ring o addirittura fuori dalla gabbia. Lo spettacolo sembra assicurato. Il vincitore? In genere Shane regala ottimi match, ma raramente li vince. Si parla poi di un ritorno imminente di Kevin a Raw. Allora due gli scenari: Owens vince e se ne va a Raw per continuare la sua opera distruttrice contro i McMahon, stavolta contro Stephanie; oppure Owens perde grazie a un intervento esterno di Stephanie e/o di suo marito Triple H, spingendo il canadese a tornare di corsa a Raw per un’immediata rivincita. Delle due strade opterei per la prima, ma nulla è impossibile. Pronostico: vince Kevin Owens

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: