La Kostner incanta il Giappone: seconda anche ad Osaka

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

kostner incantaIn forma splendente Carolina Kostner incanta anche il Giappone sul palcoscenico di Osaka per il Nhk, quarta tappa del Grand Prix di figura 2017. Grazie ai piazzamenti ottenuti, la pattinatrice del Sud Tirolo può puntare alla finale di Nagoya dove potrà dimostrare di essere nuovamente la regina del pattinaggio sul ghiaccio. A osteggiare il cammino di Carolina l’imbattibile russa Evgenia Medveva, una vera e propria macchina da guerra sulla pista di pattinaggio dove vince da 12 gare consecutive sostenute in circa 2 anni. Una vera e propria nuova regina del ghiaccio che incanta oramai da un biennio le platee di tutti gli amanti di questo splendido sport, dove si può vedere letteralmente danzare una donna, con la sua presenza armoniosa e leggiadra, su un tappeto bianco di ghiaccio. Uno spettacolo unico quello che sta offrendo la campionessa russa che però ha trovato una degna avversaria nella tirolese Kostner, tanto bella quanto leggiadra nonché bravissima sul ghiaccio, quasi fosse un tutt’uno con l’elemnto che accompagna il suo ambiente naturale, quello della splendida città di Bozen.
Carolina si esibisce nel Ne me quitte pas, dove appare letteralmente ammaliante stregando e incantando gli occhi del pubblico giapponese, l’esibizione è pressoché perfetta, unica sbavatura il riplo toeloop-triplo toeloop iniziale dove l’atleta è apparsa un po titubante e che è costato il mancato primo posto nella gara. Triplo loop e doppio axel incantevoli e perfetti che volgono ben 74.57 punti che la portano a un testa a testa titanico con la Medvedeva che raggiunge il punteggio di 79.99. Eroina della giornata è però Polina Tsurskaya, terza classificata a Osaka e con ancora tanta acqua sotto i ponti da attraversare per poter puntare allo scettro delle due regine. 70.04 punti per la sedicenne russa compagna di allenamento della Medvedeva e con tutte le carte in regola per poter addirittura superare le due campionesse sopra elencate con il tempo e con il lavoro. Il talento infatti c’è, e a un’età come quella di Polina tutto può accadere e sicuramente si continuerà a parlare tanto di lei.
Ancora sulla pista domani la Kostner con il Il pomeriggio di un fauno alle 18.21 locali, nella mattinata italiana per chi volesse seguirla e incoraggiarla anche da davanti lo schermo.
La dedica della Kostner: anche se prima di una gara importantissima per la sua carriera Carolina Kostner non può che avere un occhio di riguardo per la commemorazione delle sue cuginette, pattinatrici di 9 e 17 anni, scomparse una settimana fa a causa di un incidente stradale al ritorno da una gara di pattinaggio. La Kostner ha infatti pattinato col segno di lutto sulla spallina del suo costume, a dimostrazione di come sia rimasta colpita dall’accaduto per essere molto legata alle due povere bimbe che volevano ripercorrere i suoi passi sul ghiaccio. A volte la vita è dura e difficile per chi deve continuare a vivere e ad andare avanti dopo un lutto così tragico, ma purtroppo si deve continuare a vivere, nel bene e nel male, un abbraccio non può che andare ai genitori delle due bambine scomparse, che ora hanno bisogno di tutto il sostegno di chi gli vuole bene.

  •   
  •  
  •  
  •