Sci, Goggia-Brignone-Fanchini dominano la discesa libera di Bad Kleinkirchheim

Pubblicato il autore: Gabriele Segui

Goggia-Brignone-Fanchini
Quante emozioni ci sta regalando los sci in questi giorni. Dopo la strabiliante vittoria ottenuta ieri da Pellegrino nello sci di fondo, quest’oggi altre emozioni con la discesa libera femminile grazie alle nostre atlete: Goggia-Brignone-Fanchini. La mattinata non era iniziata nel migliore dei modi, infatti, a causa della nebbia, il tracciato sul quale poi si sarebbe svolta la gara ha subito delle variazioni: la partenza è stata ribassata alla stessa altezza del SuperG (che ha visto ieri vincitrice Federica Brignone, divenuta la seconda sciatrice italiana, dopo la Goggia, a vincere in 4 specialità su cinque). Alcuni, dopo la vittoria delle azzurre non hanno perso tempo a polemizzare su questa aspetto, individuando il motivo della vittoria delle sciatrici italiane in questa variazione che, a detta di qualcuno, le avrebbe agevolate. Ma queste parole non hanno macchiano minimamente l’impresa di cui le nostre sciatrici si sono rese protagoniste. Non era mai successo fino ad oggi che il podio di una discesa libera femminile in Coppa del Mondo fosse tutto italiano. Oggi si è scritta una pagina di storia dello sci italiano.

È stata una gara dominata dalle azzurre. La prima ad imporsi è stata Federica Brignone che, con il tempo di 1’05”10, aveva momentaneamente conquistato il primato poi sottrattole da Sofia Goggia la quale si è imposta con un tempo di 1’04”00. Infine Nadia Fanchini ha ottenuto con il tempo di 1’05”45 il terzo posto.
Goggia-Brignone-Fanchini 
protagoniste di una tripletta storica. Nadia Fanchini poi, a fine gara, non poteva non dedicare questa impresa alla sorella, Elena Fanchini, che ieri ha annunciato di avere un tumore. Queste le sue dichiarazioni: “Il mio podio? Una giornata fantastica per il nostro sci, una prestazione incredibile. Non è stato facile per me che vengo da una serie di infortuni ed operazioni alle ginocchia e per quello che sta succedendo a mia sorella Elena. Ma è stata una grande impresa che dedico proprio a lei”.

Sofia Goggia, invece, che con questa vittoria arriva a tre in Coppa del Mondo, dopo quelle dello scorso anno in Corea, ha dichiarato: “Sentivo qualcosa di diverso nella mia sciata, con la gara accorciata pensavo che i distacchi fossero inferiori invece è stata una giornata pazzesca per me. Paragone con la tripletta di Aspen? (Brignone-Goggia-Bassino monopolizzarono, anche in quella occasione, il podio dello slalom  gigante) Erano passati vent’anni dalla ultima tripletta, mentre ora sono passati pochi mesi, ciò significa che non ci fermiamo mai”.

Infine queste le dichiarazioni di Federica Brignone: “Sono molto felice per questo risultato. Le condizioni della pista sono quelle che esaltano di più noi azzurre, nel ghiacciato bisogna avere coraggio. Questa mattina ho avuto fortuna perché hanno tolto il piano iniziale”.

  •   
  •  
  •  
  •