Golf Ryder Cup, ragazza colpita da pallina ha perso un occhio. Koepka: “Sono affranto”

Pubblicato il autore: Matteo Ingrosso Segui


Risultano più gravi del previsto le condizioni di salute di Corine Remande
, la spettatrice colpita dal tiro di Brooks Koepka venerdì a Parigi, durante la prima sfida della Ryder Cup. La sfortunata tifosa ha infatti perso l’uso dell’occhio destro dopo il colpo subito durante l’incontro tra Europa e Stati Uniti. Il giocatore statunitense era andato subito a sincerarsi delle condizioni della donna 49enne, che inizialmente sembrava minimizzare l’accaduto, non valutando la pericolosità dell’infortunio. Corine è stata soccorsa prontamente ed è stata portata a Lione, dove risiedono i suoi genitori, per sottoporsi all’operazione all’orbita e al bulbo oculare.
Brooks Koepka si è detto profondamente dispiaciuto per l’accaduto, sostenendo di aver avuto un colloquio con la donna prima di abbandonare le Golf National:”Ho parlato con lei al campo e anche adesso sono venuto a sapere che le sue condizioni sono peggiori rispetto a quanto si pensasse. Mi sono messo in contatto con la sua famiglia per offrire la mia vicinanza più affettuosa. Sono affranto dall’incidente. I miei pensieri sono per la signora Remande e la sua famiglia, e ho chiesto di essere informato sulle sue condizioni“.

La sfortunata spettatrice ha successivamente annunciato di sporgere denuncia nei confronti della Ryder Cup e degli organizzatori che, a detta della donna, non hanno garantito l’incolumità dei tifosi:”C’è una chiara responsabilità di chi ha organizzato il torneo. Gli ufficiali di gara dovevano avvertirci in tempo sul fatto che stesse arrivando una pallina in mezzo al pubblico“.
Pronta è arrivata la replica da parte dei portavoce della Ryder Cup, che hanno sottolineato come eventi di questo genere ricorrano molto raramente e che continueranno ad offrire il proprio sostegno alla famiglia. Resta da comprendere se l’annuncio del volo della pallina tramite il richiamo “fore” ci sia effettivamente stato oppure no. Gli organizzatori sostengono di aver gridato più di una volta per mettere in sicurezza il pubblico. Al contrario, la Remande e suo marito hanno dichiarato di non aver udito nessun avvertimento. Vedremo se ci saranno delle conseguenze sul nefasto accaduto durante la Ryder Cup.

notizie sul temaBoxe: il 14 dicembre a Roma Premio Gemma e “WBC Pesi Medi”Bowling, Italia Campione del MondoVela, America’s Cup: Cagliari sede d’avvio delle World Series
  •   
  •  
  •  
  •