Sci di fondo, Mondiali Seefeld 2019: Pellegrino argento nella sprint, trionfa il norvegese Klæbo. Al femminile vittoria per Falla

Pubblicato il autore: Enrico Salvi Segui

Ottimo inizio per l’Italia ai Mondiali di sci nordico di Seefeld. Nella prima gara che assegnava le medaglie, la sprint a tecnica libera di sci di fondo, gli azzurri sono andati a podio con uno degli uomini più attesi, Federico Pellegrino.
Il valdostano, campione in carica della specialità (con l’oro conquistato a Lahti nel 2017, ndr) e argento olimpico in tecnica classica, è arrivato secondo al termine di una finale tiratissima, che l’ha visto in lotta per l’oro fino agli ultimi metri con il norvegese Johannes Hoaesflot Klæbo.

potrebbe interessarti ancheSci di Fondo, sprint Quebec City: Klæbo irraggiungibile, Pellegrino secondo. Tripletta svedese al femminile guidata da Nilsson

Al termine dell’ultima salita, Pellegrino era davanti al norvegese di qualche metro, ma al termine della discesa che immetteva sul rettilineo d’arrivo, i due si sono ritrovati appaiati, con la concorrenza lontana dalla lotta per l’oro. Negli ultimi 150 metri Klæbo ha avuto lo spunto decisivo, battendo “Chicco” per soli 23 centesimi. Terzo posto e bronzo mondiale per il russo Gleb Retivykh, che in volata ha battuto Richard Jouve (Francia), Emil Iversen (Norvegia) e Lucas Chanavat (Francia).

Per il norge, destinato a vincere tutto nei prossimi anni, si tratta del primo successo iridato, diventando il contemporaneo campione in carica della specialità sia in ambito olimpico che mondiale. Per il nativo di Nus (Aosta) invece si tratta della terza medaglia di peso a livello individuale (la quinta in totale tra Mondiali e Olimpiadi). Buona prestazione di squadra per l’Italia: Francesco De Fabiani ha chiuso in ottava posizione, eliminato nella semifinale in cui Klæbo ha rischiato di cadere a terra dopo un discutibile contatto con il russo Sergey Ustiugov, uno dei favoriti della vigilia. Stefan Zelger, alla sua prima gara ad un mondiale, è 29°, eliminato ai quarti di finale, mentre non hanno superato la qualificazione il promettente classe 2000 Davide Graz (31°) e Claudio Muller (39°).

potrebbe interessarti ancheSci di Fondo: Bolshunov vince la 15 km e riapre la sfida per la Coppa del Mondo con Klæbo. Therese Johaug continua a dominare nelle distance femminili.

Sci di fondo, Mondiali Seefeld 2019: tra le donne la norvegese Falla bissa l’oro del 2017

Nella sprint femminile, bis iridato della norvegese Maiken Caspersen Falla, che dopo la vittoria a Lahti 2017 s’impone anche nel mondiale austriaco. Al termine di una finale non senza colpi di scena, Falla si è imposta nettamente sulla svedese Stina Nilsson, campionessa olimpica della specialità. Le due hanno approfittato del contatto all’ultima curva tra le svedesi Maja Dahlqvist e Jonna Sundling, che nel tentativo di tallonare la norvegese, si sono eliminate a vicenda. Infatti la Sundling, rimasta in piedi dopo il contatto, non è riuscita ad ottenere nemmeno il bronzo, andato negli ultimi metri all’altra norge Mari Eide. Quinta posizione per tedesca Carl, sesta la stessa Dahlqvist, rialzatasi dopo la caduta. La migliore delle italiane è stata Elisa Brocard, giunta decima e eliminata per pochi centimetri in semifinale. Stop ai quarti per Greta Laurent (22°) e Lucia Scardoni (25°). Eliminata nelle qualificazioni Ilaria Debertolis (58°).

notizie sul temaSci di fondo, Klæbo primo nella sprint di Falun ed è storia: è lo sprinter più vincente di sempreFondo, sprint di Drammen: gli azzurri si fermano ai quarti, primo Klæbo che torna leader di Coppa del MondoOlimpiadi 2018: Federico Pellegrino super, è medaglia d’argento nello sprint di sci di fondo
  •   
  •  
  •  
  •