Imoco Conegliano- Igor Novara : Il paradiso delle signore del volley

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Anche questa sera  al Palaverde di Lancenigo tutto esaurito ( 5.334 spettatori),
l’Imoco ha imposto la sua legge di squadra killer, dove ad ogni tentativo del Novara di riportarsi sotto, rispondeva prontamente respingendo indietro le avversarie e dopo solo un’ora e un quarto di gioco, le venete hanno vinto per 3 a 0 ( 25-16, 25-23, 25-23 ). Rispetto a gara 1 l’ Igor  Novara, ad eccezione del primo set, è sembrata più concentrata e motivata, ma non basta contro questa Imoco stellare, che ha visto nella Wolosz e M.Sylla le migliori in campo.  Miriam ha dato saggio di tutta la sua forza e classe, mostrando un netto miglioramento fisico, mentre per Novara Paola Egonu, seppur molto fallosa, è stata l’ultima ad arrendersi.La tattica (ottima)  di Santarelli   ormai  è palese : quella di chiudere quanto prima i set con l’obiettivo di risparmiare energie preziose per quello che è il principale scopo della stagione, ovvero quella tanto agognata finale di Champions del 18 maggio a Berlino contro le stesse piemontesi.

Primo Set : il primo set è sulla falsa riga dell’ andamento di gara 1, dove c’è un equilibrio nella parte iniziale per poi scemare  e trasformarsi in vantaggio per l’imoco nella seconda parte. Al 5 min. di gioco Sylla mette giù il punto del 7 a 5, Paola Egonu sembra essere in partita. Il primo mini-break è per le pantere, che si portano sul +4  per 11 a 7, grazie a una bomba a mano aperta della croata Fabris, anche lei oggi tra le migliori.
Barbolini, prova a tenere alta la concentrazione attraverso i time-out, ma l’Imoco al rientro scappa via sul +6 al 12mo min. e si va sul 15 a 9. Hill è perfetta quando viene chiamata in causa e la Veljkovic la subisce per tutto il match. Purtroppo il Novara commette troppi errori, che permettono alle venete di prendere un largo margine e nemmeno la Piccinini riesce a fare da argine allo strapotere veneto. Così si arriva al 21 a 13 e De Kruijf e Fabris portano sul 24 a 15 lo score e, quest’ultima segna il punto decisivo dopo appena 21 min. di gioco.

potrebbe interessarti ancheAltra vittoria per l’Italvolley maschile: contro la Bulgaria è 3-1

Secondo set : Nel secondo set c’è più equilibrio, ma Conegliano nei momenti topici, riesce sempre a tenere dietro l’Igor Novara, che seppur combattiva, non riesce ad impensierire sul serio le ragazze di Santarelli. E’ il solito tira e molla iniziale e  i punti bomba di Miriam Sylla stanno alla pallavolo come i pugni di Primo Carnera stavano al pugilato. Al quinto di gioco l’italo ivoriana mette giù il punto del 6 a 5. Al primo tentativo di break delle venete, Barbolini tiene alta la concentrazione delle sue ragazze, che al rientro dal time out impattano 10 pari al 10mo min. con i punti di Chirichella al muro e di Paola Egonu. Un’ interminabile doppio videocheck assegna il punto del +3 all’  Imoco, che si riprende subito e  riporta a +4 il vantaggio sul 19 a 15.
Paola Egonu è l’unica che riesce a tenere in partita l’Igor Novara, ma le ragazze di Santarelli con De Kruijf e la Fabris  volano a +5  sul 22 a 17. Wolosz giganteggia nel punto del 23 a 19. Novara riesce a portarsi a -1 23 a 24, ma il set si chiude a favore dell’Imoco, dopo una palla contesa sotto rete tra Sylla ed Egonu. Termina così 25 a 23 dopo 29 min. di gioco.

potrebbe interessarti ancheVolley, Nations League: la situazione dei nostri azzurri

Terzo set : Forse il più bello da vedere, in cui il Novara mostra segni di ripresa, anche se nei primi 90 sec. di gioco si ritrova sotto per 4 a 0. Riscopriamo una Miriam in splendida forma, come quella dei mondiali,  che chiude il punto del 7 a 2 al quinto minuto. Dopo un primo riavvicinamento delle piemontesi,(9-11) Conegliano allunga sul 16 a 10 e, una super Egonu, sfruttando il suo turno di battuta, riporta le sue compagne a -1 ( 16 a 15). La striscia positiva è interrotta da Miriam Sylla, che insieme alle  straordinarie ricezioni della Gennari e della Tirozzi,che si trasformano in punti, riallungano sul 22 a 17. Novara non molla e riesce ad impattare sul 23 pari, quando la neo entrata Lowe, subentrata alla Fabris, sistema il punto del 24 a 23 e il set si chiude a favore dell’Imoco dopo l’ennesimo errore in attacco della Egonu, alla quale comunque vanno i meriti per non aver mai desistito nonostante la forma non proprio eccezionale. L’ultimo set si conclude in 25 min. sul 25 a 23,e
per la curva Piloni , per i tifosi e per il coro degli Alpini ( autori di un bellissimo Inno di Mameli ad inizio gara molto commovente) sugli spalti, è un tripudio di gioia. Appuntamento a lunedì 6 maggio sempre da Palaverde di Lancenigo per il primo match-ball. Top-scorer Novara:P.Egonu 19 pt. -Conegliano:M.Sylla 13pt.

notizie sul temaVolley, Italia- Portogallo finisce con un netto 3-0Pallanuoto, in diretta su Sky Sport le fasi finali della LEN Champions LeagueItalvolley, sarà un’estate di fuoco!
  •   
  •  
  •  
  •