Venerdì 21 luglio torna la Casaglia San Luca

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui


La Casaglia San Luca è stata una grande classica delle corse su strada del bolognese, della Emilia Romagna e anche del calendario nazionale di atletica, negli anni ’70, ’80 e ’90. Dopo una sosta di alcuni anni è stata riproposta a partire dal 2000 e si è disputata ininterrottamente fino al 2011, sempre nel classico percorso lungo la salita di Casaglia, il passaggio davanti alla Basilica di San Luca e la ripida discesa verso il traguardo, con partenza e arrivo da via XXI Aprile a Bologna e disputata per tradizione l’ultimo venerdì del mese di settembre. Per alcune decine d’anni ha rappresentato un appuntamento indimenticabile per gli sportivi bolognesi.
Nell’albo d’oro della manifestazione figurano tra i vincitori campioni olimpici di maratona come Frank Shorter (oro alle Olimpiadi di Monaco nel 1972), vincitore della Casaglia San Luca nel 1973 e Gelind Bordin, che fu campione olimpico nel 1988 a Seoul, dopo il tris di successi alla Casaglia nel 1983, 1985 e 1986; campioni europei come Martti Vainio, vincitore dei 10000 metri a Praga nel 1978 e un mese dopo trionfatore nella gara bolognese; i più forti atleti italiani di quegli anni come Giuseppe Cindolo e Franco Fava oppure gli atleti dello squadrone dei Carabinieri Bologna, come Antonio Brutti, Luigi Lauro, Claudio Solone e Giuseppe Denti; negli ultimi anni i vincitori furono poi alcuni tra i più forti keniani di quel periodo, come Pius Muli, Andrew Sigei, Philemon Kibet Tanui, Salomon Rotich, Rugut Kipngetich, Julius Too Kipkurgat, James Kigen Kibet, anche se il record della corsa fu realizzato dal ruandese Jean Baptiste Simukeka nel 2009.
Ragioni organizzative non hanno consentito lo svolgersi della Casaglia San Luca negli anni successivi, tranne nel 2015, anno del Cinquantenario della Acquadela (1965-2015), quando la manifestazione fu effettuata domenica 11 ottobre alle ore 10.00, con partenza e arrivo da via Andrea Costa, davanti allo Stadio Renato Dall’Ara, vinta da Rudy Magagnoli, uno dei più forti atleti del bolognese, che iniziò la sua carriera atletica proprio nell’Acquadela nei primi anni ’90.
Nel 2017 l’Acquadela ha deciso di riproporre questa classica tanto amata dagli sportivi bolognesi, mantenendo le più importanti caratteristiche delle bellissime edizioni degli anni passati e introducendo alcune novità interessanti:
– partenza e arrivo da Piazza della Pace (di fianco alla Torre di Maratona dello Stadio Renato Dall’Ara);
– gara in semi notturna con partenza alle ore 21.00 di venerdì 21 luglio (la tradizione del venerdì è quindi mantenuta, come era stata in 33 delle 34 edizioni precedenti;
– sono previste ricche premiazioni assolute e di categoria;
– premiazione per la classifica di società con formula avvincente con punteggi misti uomini-donne;
– classifiche speciali, tali che porteranno a premiare nell’ambito della Casaglia San Luca 2017 tre gare in una;
– queste classifiche speciali sono la “FINAL CLIMB”, in base ai migliori tempi degli ultimi 500 metri in salita prima del Santuario di San Luca e la “DOWNHILL SPEED”, per il tratto finale, quasi tutto in ripida discesa, di km 2,200, dal Santuario di San Luca all’arrivo, una sorta di “km lanciato”  con le prestazioni cronometriche parametrate alla velocità in km/h;
– le prestazioni di questi tratti parziali rimarranno tracciate per tutti gli atleti che avranno occasione di confrontarle con gli altri e nel corso degli anni;
– classifica combinata con “Ripoli Trail”, gara di calendario regionale di corsa trail, in programma a Ripoli di San Benedetto Val di Sambro il 24 settembre 2017, con somma dei tempi delle 2 manifestazioni.

2017 – Casaglia San Luca – regolamento

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •