Atletica leggera: Sandra Perkovic oltre i 70 metri nel disco a Zagabria

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

potrebbe interessarti ancheTortu da record in 9″99 sui 100m: nessuna TV italiana ha trasmesso questo momento storico

La croata Sandra Perkovic, la più forte atleta della Croazia, non poteva non essere la protagonista del Meeting IAAF World Challenge che si è svolto oggi a Zagabria. La campionessa mondiale di Londra e olimpica di Rio de Haneiro ha vinto la gara del disco con 70,83, seconda misura dell’anno dopo il 71,41 ottenuto a Bellinzona il 18 luglio. Al 2° posto la statunitense Whitney Asley con 62,91.
Nelle gare maschili successo nei 100 metri per il giamaicano Yohan Blake con 10.05 (+0,3); solo 5° il campione mondiale dei 200 metri Ramil Guliyev (Turchia) con 10.36, preceduto anche da Mike Rodgers (Stati Uniti) con 10.14, Asafa Powell (Giamaica) con 10.16 e Adam Gemili (Gran Bretagna) con 10.21.
Nei 400 metri prevale lo statunitense Gil Roberts con 44.94, davanti a Isaac Makwala (Botswana) con 45.29.
Nei 3000 metri 7.38.90 per l’etiope Selemon Barega che precede il keniano Davis Kiplangat con 7.39.97 e il canadese Mohammed Ahmed con 7.40.49.
Belle prestazioni nei 110 hs con vittoria dell’indipendente (russo) Sergey Shubenkov con 13.12 (+0,7) su Devon Allen (Stati Uniti) a 13.19.
Nei 400 hs successo dell’atleta del Qatar Abderrahaman Samba con 48.70, davanti a Kyron McMaster (Isole Vergini Britanniche) con 49.49.
Nell’asta vittoria del campione mondiale Sam Kendricks (Stati Uniti) con un normale 5,60.
Nel lungo nessuno supera gli 8 metri; il più vicino è l’indipendente Aleksandr Menkov con 7,98.
Nelle altre gare femminili 1° posto nei 100 metri per la nigeriana Blessing Okagbare Ighoteguonor con 11.14 (+1,0) davanti alla britannica Dina Asher Smith con 11.23.
Negli 800 metri scendono in 3 sotto i 2 minuti e vince la statunitense Ajee Wilson, in grandi condizioni in questi giorni (domenica aveva corso i 600 metri a Berlino con un tempo inferiore alla precedente migliore prestazione mondiale, preceduta solo da Caster Semenya), con il tempo di 1.57.72, davanti a Winny Chebet (Kenya) con 1.58.13 e a Lynsey Sharp (Gran Bretagna) con 1.58.35.
Ancora una grande prestazione nei 3000 siepi, che si stanno susseguendo in questi giorni: 1° posto per la keniana Norah Jeruto Tanui in 9.04.56.
Tripletta americana nei 100 hs con Christina Manning 12.66 (+0,1), Dawn Harper Nelson 12.84 e Kristi Castlin con 12.86.
Nell’alto successo per la polacca Kamila Licwinko con 1,96.
Nel triplo 1° posto per la giamaicana Shanieka Richetts con 14,45.
Nel giavellotto prevale la canadese Elizabeth Gleadle con 63,40 nei confronti della croata Sara Kolak con 61,86.

potrebbe interessarti ancheFilippo Tortu scrive la storia sui 100m: battuto il record di Mennea (video)

notizie sul temaGolden Gala Roma: Tortu ripaga le attese e avvicina il record di MenneaAtletica leggera: live dei Campionati Italiani 10000 metri uominiMaratona di Londra: atleta barese salta 16 km e batte l’oro olimpico
  •   
  •  
  •  
  •