Atletica leggera: Sandra Perkovic oltre i 70 metri nel disco a Zagabria

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

La croata Sandra Perkovic, la più forte atleta della Croazia, non poteva non essere la protagonista del Meeting IAAF World Challenge che si è svolto oggi a Zagabria. La campionessa mondiale di Londra e olimpica di Rio de Haneiro ha vinto la gara del disco con 70,83, seconda misura dell’anno dopo il 71,41 ottenuto a Bellinzona il 18 luglio. Al 2° posto la statunitense Whitney Asley con 62,91.
Nelle gare maschili successo nei 100 metri per il giamaicano Yohan Blake con 10.05 (+0,3); solo 5° il campione mondiale dei 200 metri Ramil Guliyev (Turchia) con 10.36, preceduto anche da Mike Rodgers (Stati Uniti) con 10.14, Asafa Powell (Giamaica) con 10.16 e Adam Gemili (Gran Bretagna) con 10.21.
Nei 400 metri prevale lo statunitense Gil Roberts con 44.94, davanti a Isaac Makwala (Botswana) con 45.29.
Nei 3000 metri 7.38.90 per l’etiope Selemon Barega che precede il keniano Davis Kiplangat con 7.39.97 e il canadese Mohammed Ahmed con 7.40.49.
Belle prestazioni nei 110 hs con vittoria dell’indipendente (russo) Sergey Shubenkov con 13.12 (+0,7) su Devon Allen (Stati Uniti) a 13.19.
Nei 400 hs successo dell’atleta del Qatar Abderrahaman Samba con 48.70, davanti a Kyron McMaster (Isole Vergini Britanniche) con 49.49.
Nell’asta vittoria del campione mondiale Sam Kendricks (Stati Uniti) con un normale 5,60.
Nel lungo nessuno supera gli 8 metri; il più vicino è l’indipendente Aleksandr Menkov con 7,98.
Nelle altre gare femminili 1° posto nei 100 metri per la nigeriana Blessing Okagbare Ighoteguonor con 11.14 (+1,0) davanti alla britannica Dina Asher Smith con 11.23.
Negli 800 metri scendono in 3 sotto i 2 minuti e vince la statunitense Ajee Wilson, in grandi condizioni in questi giorni (domenica aveva corso i 600 metri a Berlino con un tempo inferiore alla precedente migliore prestazione mondiale, preceduta solo da Caster Semenya), con il tempo di 1.57.72, davanti a Winny Chebet (Kenya) con 1.58.13 e a Lynsey Sharp (Gran Bretagna) con 1.58.35.
Ancora una grande prestazione nei 3000 siepi, che si stanno susseguendo in questi giorni: 1° posto per la keniana Norah Jeruto Tanui in 9.04.56.
Tripletta americana nei 100 hs con Christina Manning 12.66 (+0,1), Dawn Harper Nelson 12.84 e Kristi Castlin con 12.86.
Nell’alto successo per la polacca Kamila Licwinko con 1,96.
Nel triplo 1° posto per la giamaicana Shanieka Richetts con 14,45.
Nel giavellotto prevale la canadese Elizabeth Gleadle con 63,40 nei confronti della croata Sara Kolak con 61,86.

  •   
  •  
  •  
  •