Mondiali Atletica Leggera 2017: il programma delle gare di sabato 12 agosto

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio

Sabato 12 agosto, penultima giornata di gare ai Campionati Mondiali di Atletica a Londra.
Sono in programma 6 finali e la conclusione della gara di decathlon, per cui saranno assegnati altri 7 titoli (gli ultimi 11 saranno assegnati domenica 13 agosto, ultima giornata dei Campionati).
Le finali del 12 agosto sono alto femminile (ore 20.05), 100 hs femminili (ore 21.05), giavellotto maschile (ore 21.15), 5000 metri maschili (ore 21.20), 4×100 femminile (ore 22.30) e 4×100 maschile (ore 22.50), oltre al decathlon con l’ultima gara in programma, i 1500 metri, che sono previsti alle 21.45.
E’ prevista anche una sessione mattutina con 3 prove del decathlon (110 hs, disco e alto) e le batterie di tutte 4 le staffette (4×100 maschile, 4×100 femminile, 4×400 maschile, 4×400 femminile).
Sarà quindi, salvo sorprese, anche l’ultima giornata di gare del forse più grande campione di atletica di tutti i tempi, con Usain Bolt, che prenderà parte con la sua Giamaica alla staffetta 4×100 e probabilmente sarà in gara anche nel turno delle batterie.
Per la squadra nazionale italiana ci sarà una sola staffetta, la 4×400 femminile, formazione ancora da definire.
Riguardo le finali, nell’alto femminile, dove non ci saranno le italiane Alessia Trost e Erika Furlani, che non hanno superato il turno di qualificazione, la favorita è l’atleta “indipendente” Maria Lasitskene, che quest’anno ha saltato 2,06.
Nei 100 hs femminili le favorite sono l’australiana Sally Pearson, miglior tempo in semifinale con 12.53, mentre fra le 4 statunitensi che saranno in finale, la più accreditata rimane Kendra Harrison, che cuasa un errore sul primo ostacolo ha rischiato seriamente di non superare il turno di semifinale.
Nel giavellotto maschile gli atleti più accreditati per vincere il titolo sono i tedeschi Johannes Vetter con un personale di 94,44 e Thomas Rohler con 93,90.
Nei 5000 metri maschili fra i 15 atleti finalisti è naturalmente il britannico Mo Farah a godere dei favori del pronostico, ma in gara ci sono altri atleti che hanno primati personali inferiori ai 13 minuti. Il problema per tutti gli altri atleti è che Farah è in grado di correre a qualsiasi ritmo ed è stato sempre in questi ultimi anni anche il più veloce in volata.
Per le 2 staffette 4×100 maschili e femminili, si attenda la solita sfida Stati Uniti-Giamaica, anche se i giamaicani quest’anno sembrano meno competitivi degli anni precedenti. Vedremo già dopo le semifinali quali indicazioni si potranno trarre.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •