Maratona di Roma, l’impresa dell’ex tassinaro Giorgio Calcaterra

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

Giorgio Calcaterra parte ultimo col pettorale numero 1 e compie l’ennesima impresa della sua carriera.

Partito dopo la terza onda, il campione romano ha recuperato via via gran parte degli atleti davanti a lui, arrivando al traguardo in 2:42.27, in una prestigiosa 33esima posizione nella generale. Il risultato ha qualcosa di clamoroso se si considera lo slalom che Calcaterra ha dovuto fare fin dall’inizio dato il clamore dell’impresa e la notorietà del personaggio. Il tassinaro più conosciuto della Capitale è praticamente un’istituzione nel mondo del running romano. Un affetto quasi eccessivo confermato dalle dichiarazioni post gara del diretto interessato: “Durante la gara ho stretto almeno un centinaio di mani e qualcuno mi ha pure chiesto un selfie, anche se in corsa! Non è stata facile perché all’inizio ho corso un po’ troppo veloce e nel finale ho fatto fatica.Qualcuno mi ha anche sgridato perché non l’ho salutato, ma ero stanchissimo! E’ stata un’esperienza bellissima, una maratona completamente diversa dalle altre. Ora Calcaterra punta alla 13esima vittoria consecutiva al mitico Passatore a fine maggio e alla 100 km dei Mondiali dell’8 settembre in Croazia, tra un week end di corse e l’altro.

potrebbe interessarti ancheMaratona di Roma 2017, dominio etiope: vince Shura Kitata Tola. Nel femminile bis per Rahma Tusa Chota

Maratona di Roma 2018, i vincitori e il racconto della corsa

 

Detto del vincitore morale, i trionfatori di una assolatissima edizione 2018 della Maratona di Roma sono stati due atleti africani con delle prestazioni eccellenti. Il keniano Jarius Cosmas Birech ha vinto con il tempo di 2h08’03 dopo una bella lotta con l’etiope Abdi Ibrahim, che corre per il Barhein, secondo in 2h08’32”. Terzo il keniano Justus Kangogo (2h09’20”) mentre il primo italiano è Ahmed Nasef, 13mo in 2h21’07. In campo femminile, meraviglioso tris per l’etiope Rahma Tusa che approfittando di un’andatura sostenuta fin dalle prime battute, vince con un risultato tecnico di alto livello, 2h23’46”, secondo tempo di sempre sul suolo italiano, quattro minuti circa in meno del 2017.

potrebbe interessarti ancheMaratona di Roma 2017: percorso, orari e regolamento

Tanta gente lungo il tracciato ma soprattutto una temperatura estiva che ha messo a dura prova i corridori. Dei circa 12000 atleti giunti al traguardo, 200 sono stati soccorsi per disidratazione e 3 ricoverati in ospedali ma sembra in condizioni non gravi. In ultimo la Fun Run, la gara non competitiva per 80.000 entusiasti partecipanti. Partenza sotto lo striscione della maratona e arrivo al Circo Massimo, al Fun Village allestito grazie alla collaborazione con i Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio CESV e SPES e al contributo di tante associazioni e realtà non profit. La corsa non competitiva è stata vinta da Alexandru Ciumacov (nato nel 1997) della società Rcf Roma Sud tra gli uomini, mentre la prima donna è stata Sonia Romagnoli della Old Stars Ostia (nata nel 1994).

 

notizie sul temaMaratona di Roma 2017, la presentazione in Campidoglio (Video)La maratona di Roma palleggiando …maratona di roma 2016Maratona di Roma 2016, il presidente Castrucci: “Edizione a livelli altissimi! A Rio un nostro atleta dirà la sua, e su Roma 2024…”
  •   
  •  
  •  
  •