La vita è una maratona? Il suicidio dell’ex campionessa di atletica Maura Viceconte a Chiusa San Michele

Pubblicato il autore: rossellagrasso Segui
  1. Il suicidio di Maura Viceconte, ex campionessa di atletica di 51 anni, è avvenuto ieri 10 febbraio a Chiusa di San Michele in Val di Susa: l’atleta si è impiccata ad un albero che sorgeva nei pressi di casa sua, inutili i soccorsi per salvarle la vita, per lei non c’è stato niente da fare. Lascia un figlio di 8 anni che si chiama Gabriele.
    Maura Viceconte è ancora oggi la primatista dei 10mila metri  – realizzato in Gran Bretagna – ed è stata primatista italiana  di maratona per 12 anni, dal 2000 al 2012. Maratoneta e mezzofondista aveva ottenuto il bronzo agli Europei di Budapest nel 1998, mentre alle Olimpiadi di Sydney era arrivata 12esima, il ritiro dal mondo dello sport nel 2004 l’aveva vista superare  vittoriosa persino sull’ultimo ostacolo che la vita le aveva posto dinnanzi, un carcinoma al seno.
    https://youtu.be/_CrJt2_IZXk

La vita è una maratona” film documentario sulla carriera dell’ex campionessa Maura Viceconte

potrebbe interessarti ancheFilippo Tortu da Berlino a Sanremo per un altro record e per incontrare il suo idolo musicale Patty Pravo

Piccola, minuta, 1,56 cm di altezza, la leggerissima maratoneta piemontese era nata nel 1967. Dalle interviste rilasciate dalle sue avversarie e dai suoi coach, battere questa fuoriclasse non era facile: lo scorso novembre è stato presentato “La vita è una maratona” sottotitolo “la corsa il mio modo di vivere” per la regia di Luigi Cantore. Insieme al regista Maura Viceconte aveva ripercorso le tappe della sua carriera, rivisto le vecchie rivali, riportato sullo schermo vittorie e sconfitte ma, ad infliggerle il colpo finale, a sorpassarla in curva con un gesto inaspettato che il finale del film non aveva previsto, è stato il male nascosto fra le pieghe della mente, per lei divenuto peso insopportabile.
Il docufilm è 50 minuti di corsa di questa brava atleta, medaglia dopo medaglia sui podi ad esultare, la protagonista rende manifeste le emozioni davanti ai traguardi da raggiungere, le gare, le competizioni e, come sempre nelle biografie dei campioni, s’intreccia la gioia all’amarezza della profonda riflessione sul senso della vita.
Il mondo dell’atletica leggera piange il lutto dell’ex campionessa dai capelli rossi  Maura Viceconte che, per molti anni, ha indossato la maglia azzurra.

potrebbe interessarti ancheItalia a tutto sport. O forse no?

notizie sul temaAtletica, “We Run Rome” il 31 dicembre nella CapitaleMaratona New York 2018 in diretta sulla Rai il 4 novembreMilan, l’arrivo di Bolt una boutade. Il giamaicano ambito da un club maltese
  •   
  •  
  •  
  •