Nba, Datome a caccia di una maglia nei Detroit Pistons

Pubblicato il autore: Federico Sorrentino Segui

image

potrebbe interessarti ancheItalbasket: Uscita la lista dei 24 nomi convocati

A caccia di una maglia e di considerazione da parte del proprio coach. E’ senza dubbio Gigi Datome l’italiano che sta incontrando più difficoltà in NBA. Il sardo é alla vigilia del suo secondo anno americano, ma le probabilità di vederlo in campo con regolarità nei Detroit Pistons sono sempre più ridotte, almeno a giudicare dal minutaggio che il nuovo coach, Stan Van Gundy, gli sta concedendo in pre-season. Nelle tre gare fin qui disputate, infatti, l’ex mvp del campionato italiano ha collezionato solo 8 minuti contro Milwaukee. Cambiano gli allenatori a Motown dunque, ma la strada per Datome appare sempre sbarrata. Con Maurice Cheeks e John Loyer, l’anno scorso, andó esattamente allo stesso modo. Molti in estate hanno criticato l’atteggiamento “poco Nba” di Gigi, che ha preferito abbandonare gli Usa per disputare le qualificazioni per gli europei del 2015 con la maglia azzurra. Altri, al suo posto, sarebbero rimasti due mesi in palestra e sul parquet, per perfezionare quei difetti che, evidentemente, sia Cheeks, che Loyer che Van Gundy hanno evidenziato.

potrebbe interessarti ancheNba, I risultati della notte : James e Ball guidano i Lakers alla vittoria, interrotta la striscia di vittorie per i Celtics

Una mano, seppur indiretta, potrebbe arrivare dall’infermeria dei Pistons che nelle ultime ore ha registrato un problema a Caldwell Pope e lo stop forzato (otto settimane) per Jodie Meeks a causa di problemi alla schiena. Si tratta di due guardie, ma il sistema di Van Gundy prevede la presenza di molti tiratori e Gigi è esattamente, ma non solo, questo. Datome deve quindi sfruttare queste possibilità che gli si presentano, perché al momento Van Gundy ha la bellezza di 19 giocatori sotto contratto. Troppi. Per Datome significherebbe già molto entrare nelle rotazioni, che finora lo hanno visto escluso due volte su tre nonostante i 10 giocatori impiegati in ogni gara di pre-stagione. Tra alti e bassi, gli altri italiani targati Nba se la passano un po’ meglio. Belinelli guarda ovviamente tutti dall’alto verso il basso, fresco di anello al dito vinto coi San Antonio Spurs. Danilo Gallinari e Andrea Bargnani stanno invece recuperando dai rispettivi infortuni. L’ala dei Denver Nuggets ha già allacciato ufficialmente le scarpette in pre-season, per il centro dei New York Knicks é questione di giorni. A Datome, invece, restano poche gare per convincere Van Gundy a scommettere su di lui: stanotte Charlotte, poi Orlando, Atlanta e Philadelphia. Esordio ufficiale il 29 ottobre, proprio contro i Nuggets di Gallinari.

notizie sul temaBasket, l’Italia vince l’Ungheria e avvicina la qualificazione ai Mondiali. Super Datome a DebrecenBasket, Luigi Datome annuncia su Facebook il possibile addio alla NazionaleEuroBasket 2017: Lituania – Italia 78-73, balcanici superiori. Datome il migliore degli azzurri
  •   
  •  
  •  
  •