Basket Preolimpico, le pagelle azzurre contro la Tunisia: bene Bargnani, Datome appannato

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

basket preolimpico
Basket Preolimpico, Italia-Tunisia: inizia sul velluto la Nazionale di Ettore Messina nel torneo che vale il pass per i Giochi di Rio de Janeiro. Di fronte a un pubblico davvero delle grandi occasioni al Pala Olimpico di Torino, match a due facce per la ciurma azzurra: contratti, pasticcioni e poco reattivi nel primo tempo, Datome e compagni hanno dato la spallata alla Tunisia nel terzo parziale, lasciando alla compagine africana la miseri di due punti a referto. Proprio quel 22-2 solcato nel terzo periodo è stato il trampolino di lancio verso il 68-41 finale, risultato poco indicativo in sé ma che rappresenta un bel segnale contro una squadra, quella africana, sì di scarso talento ma tignosa e mai doma dal punto di vista dell’approccio. Per Ettore Messina appunti importanti in vista della gara assai più ostica di domani contro la Croazia, crocevia importante per arrivare belli carichi poi alle partite dell’8-9 luglio che decideranno chi andrà in Brasile alla rassegna a 5 cerchi. Sul fronte del gioco, le cose da mettere a punto sono ancora parecchi: il 32-27 piuttosto striminzito con cui l’Italia ha chiuso il primo tempo è figlio proprio di attacchi mal congegnati e schemi eseguiti in modo troppo contratto per sperare in risultati più efficaci.

Ecco però le pagelle degli azzurri.

ANDREA BARGNANI 7,5. Mezzo punto in più per l’approccio: come è noto a tutti, la’ala romana è reduce da un’annata complicata, iniziata con i Brooklyn Nets a mangiare minuti e minuti di panchina e finita ad allenarsi in totale (e triste) solitudine. Con 15 punti, è il migliore nello score azzurro d’esordio: la sua voglia di rivalsa può dare all’Italia quel “quid” in più nella corsa all’agognato “posto al sole” in quel del Brasile.

ALESSANDRO GENTILE 7. Solita pantera in termini di aggressività, chiude toccandosi l’addome per un risentimento. Il suo ruolo però è chiaro: è l’uomo del cambio di ritmo partendo dalla panchina. Messina confida molto in lui per spaccare in due le partite.

MARCO BELINELLI 7. E’ l’unico a dare lampi di classe nel faticoso primo tempo dell’Italia, nonostante la maschera protettiva per il colpo subito al volto in amichevole. Scavato il break il Ct lo tiene in naftalina.

potrebbe interessarti ancheRecap Serie A: Milano e Venezia inciampano, Mayo da record!

PIETRO ARADORI 7. Al solito, presenza offensiva arrembante. Sugli scarichi può fare malissimo.

DANILO GALLINARI 6. Soltanto 6 punti, ma 9 rimbalzi arpionati. E’ comunque il leader emotivo del gruppo.

DANIEL HACKETT 6. Il ruolo di regista titolare è una bella responsabilità: lui fa il suo, ma domani servirà qualcosina in più.

GIGI DATOME 5. E’ apparso un po’ stanco, e la stagione massacrante vissuta a Istanbul un po’ lo giustifica. Contro i croati ci si attende la riscossa: il capitano è troppo importante per i destini di questa squadra, su ambedue i lati del campo.

potrebbe interessarti ancheMondiali basket: con la Spagna medaglia d’oro, ecco la classifica finale della rassegna iridata

NICCOLO’ MELLI 6. Grintoso e volitivo in difesa e a rimbalzo, sbaglia però troppo in attacco. E’ un’arma tattica importante però nello scacchiere azzurro.

MARCO CUSIN: VOTO 6. Soffre i rognosi lunghi tunisini, ma non si tira indietro.

PEPPE POETA, RICCARDO CERVI E STEFANO TONUT 6,5. Per loro spazio soprattutto nel finale, dove però si fanno vedere tutti e tre belli pimpanti.

Domani dunque, Italia-Croazia ore 21 (diretta SkySport).

notizie sul temaItalia-Spagna, Mondiali Basket: diretta tv e streaming, dove vedere il match venerdì 6 settembreItalia-Serbia, Mondiali Basket: diretta tv e streaming, dove vedere match 4 settembreItalia-Angola, Mondiali Basket: diretta tv e streaming, dove vedere match 2 settembre
  •   
  •  
  •  
  •