Basket Italia: si ferma Datome e arriva Fontecchio. Abass e Biligha italiani a tutti gli effetti

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
mercato olimpia milano

Abass ai tempi di Cantù, prima del passaggio a Milano

Dopo tante e brutte notizie, in casa Italbasket c’è spazio anche per qualche sorriso. E’ di venerdì pomeriggio la notizia che la Nazionale potrà contare su Abbass e Biligha italiani a tutti gli effetti e senza restrizioni legate ai passaporti. “Su richiesta del presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Giovanni Petrucci – si legge nella nota diramata dalla FIP – FIBA ha autorizzato Awudu Abass e Paul Biligha a giocare in Nazionale senza restrizioni“. I due giocatori, fino ad oggi, erano infatti considerati come giocatori dalla doppia cittadinanza al pari di Christian Burns. Ora le convocazioni del ct Ettore Messina per formare il roster dei dodici che a fine agosto inizierà l’Europeo 2017 non saranno più vincolate ad esigenze extra sportive.

Certo non è un periodo semplice per gli azzurri, che sabato 5 agosto a Cagliari presenteranno anche il nuovo coach Romeo Sacchetti, pronto a succedere a Ettore Messina dopo l’Europeo. A minare la serenità del gruppo sono arrivati prima la vicenda Danilo Gallinari e, come anticipato questa mattina da La Gazzetta dello Sport e poi ripreso da numerosi organi di informazione, il problema al gomito di capitan Luigi Datome. Ancora non si è spenta l’eco dell'(auto)esclusione di Gallinari da Euro2017 a causa della frattura rimediata alla mano dopo il colpo sferrato in una colluttazione con l’olandese Kok alla Trentino Baslet Cup (pesanti a riguardo le dichiarazioni del ct Messina rilasciate in un’intervista a Repubblica: “Ha chiesto scusa, era mortificato. Ma io non avevo molta voglia di parlargli. E’ difficile spiegare a un uomo di 30 anni concetti come lealtà e responsabilità“), che a turbare i sonni del ct Messina è arrivata la tegola Datome. Il capitano azzurro, campione di Turchia e d’Europa col Fenerbahce, si è infatti fermato per il riacutizzarsi del problema al gomito destro, operato un anno fa dopo il torneo preolimpico di Torino. Datome dovrà restare a riposo precauzionale per una settimana-dieci giorni, nuove visite mediche verranno fatte dopo Ferragosto costringendo l’azzurro a saltare anche il torneo dell’11-13 con Finlandia, Turchia e Nigeria (in realtà dovrà essere rimpiazzata visto che gli africani hanno già dato forfait per il torneo in Sardegna costringendo l’Italia a cancellare l’amichevole già programmata per domenica 6 agosto). Al posto di Datome il ct Messina ha già convocato Simone Fontecchio, 21enne ala dell’Olimpia Milano che ha raggiunto l’Italia a Cagliari. Quello del giovane pescarese è il terzo innesto in corsa dopo la richiamata del trentino Diego Flaccadori, escluso in un primo momento, e del milanese Davide Pascolo.

Una situazione complicata per l’Italia, che dal 31 agosto sarà impegnata in Israele per il debutto nell’Europeo inserita nel Girone B con Ucraina, Israele, Lituania, Georgia e Germania. Per questo l’apertura della Fiba nei confronti di Abass e Biligha italiani senza restrizioni dà una piccola boccata d’ossigeno allo staff azzurro. Anche guardando in casa altrui, comunque, ci sono Nazionali che devono fare i conti con assenze importanti. E’ il caso dell’Ucraina, proprio avversario dell’Italia nel Girone europeo, che dovrà fare a meno di Kyrylo Fesenko. Il possente centro, tra l’altro fresco di rinnovo con la Scandone Avellino, dovrà infatti operarsi al ginocchio e sarà costretto a restare fermo almeno un mese.

  •   
  •  
  •  
  •