Eurobasket: Finisce il sogno Azzurro, Italia eliminata dalla Serbia nei quarti

Pubblicato il autore: Angelo Franchitto

Europei Basket 2017. Delusione e tristezza negli occhi negli occhi degli Azzurri dopo la sconfitta 67 a 83, contro una Serbia indomabile. Un’Italia che esce a testa alta , capace di lottare sempre e non si è mai arresa, anche davanti all’evidenza di una superiorità manifesta da parte della Serbia. Impossibile tenere a bada un giocatore come Bogdan Bogdanovic, ma anche il resto della squadra serba ha dato un gran bel da fare, mettendo costantemente in difficoltà gli uomini di Ettore Messina.

Eurobasket, Italia-Serbia. La cronaca della partita
A partire subito forte è stata l’Italia che si è immediatamente portata sul 5-0, prima di iniziare a subire la rimonta della Serbia. E’ Bogdanovic lo spauracchio per la nostra nazionale, capace di realizzare ben 22 canestri, portando la sua squadra in vantaggio 26-16 alla fine del secondo quarto, momento che si rivelerà essere lo spartiacque della partita. Al rientro dagli spogliatoi, gli Azzurri non si sono mai dati per vinti, rientrando in partita e portandosi più volte sotto la doppia cifra di svantaggio, grazie spesso ai canestri realizzati da Aradori e alle prestazioni di Datome, capace, il capitano azzurro, di realizzare la bellezza di quindici punti a cinque minuti dalla sirena che chiude il match portando il risultato sul 59-67.
La Serbia è riuscita, negli ultimi minuti, a bloccare i canestri azzurri e si è allungata nel punteggio fino al risultato finale di 67 a 83 in favore dei Serbi.
L’Italia conclude il suo europeo con la sconfitta nei quarti e la conseguente eliminazione, mentre la Serbia (grande favorita alla vittoria finale), raggiunge le semifinali dove affronterà la Russia, che ha battuto la Grecia.

Il sogno dell’Italia finisce così ai quarti di finale, così come era già successo due anni fa, quando ad eliminarci fu la Lituania poi sconfitta in finale dalla Spagna. In questa edizione non c’è nulla da recriminare, nessuna colpa grave da rimproverare al capitano Datome, a Marco Bellinelli e a tutti gli atleti azzurri scesi in campo. Una nazionale, quella Azzurra, che è arrivata all’appuntamento continentale con la pesante assenza di Danilo Gallinari, ma ugualmente capaci di esprimere un buon basket e di attirare l’attenzione di tanti fan del basket e della Nazionale che hanno seguito con grande interesse le partite di una squadra che ha saputo fare della difesa la propria forza. Non è bastato ma i nostri meritano tanti applausi. Ora tocca a Meo Sacchetti, subentrato al c.t. Ettore Messina, guidarci verso la rinascita.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •