Ottavi Eurobasket: Italia all’esame Finlandia

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Da questo momento non è più consentito sbagliare. Gli Europei di basket entrano nel vivo con la fase a eliminazione diretta. Tra sabato e domenica le sfide degli ottavi di finale dell’Eurobasket con l’Italia di Ettore Messina che dovrà affrontare la sorprendente nazionale della Finlandia, giunta al secondo posto nel Girone A, davanti alla ben più quotata Francia. Avversario abbordabile per la nazionale azzurra che, però, non dovrà fare l’errore di sottovalutare la squadra allenata da coach Henrik Dettman. Lo sa bene il nostro commissario tecnico Ettore Messina che degli avversari di sabato pomeriggio dice: “Corrono molto con i lunghi, quindi bisognerà fare attenzione al bilanciamento difensivo”. Ma la chiave di volta, per il nostro ct sarà quella di riuscire a limitare i tiri dalla lunga distanza della squadra avversaria: “Tirano tanto da 3 come noi, chi delle due riuscirà a limitare l’altra squadra da questo punto di vista avrà buone possibilità di vincere la partita”.

Gli avversari dell’Italia

La Finlandia non vanta di certo una grandissima tradizione dal punto di vista cestistico ma mai come in questi ultimi anni la nazionale finnica ha migliorato di molto il proprio livello candidandosi seriamente ad entrare nel gotha delle migliori otto nazionali europee. La squadra allenata dal ct Dettman non parte con i favori del pronostico nella gara degli ottavi di Eurobasket contro l’Italia ma non si presenterà sul parquet di Istanbul come vittima sacrificale degli azzurri…anzi. La Susijengi, come i tifosi finlandesi chiamano la propria nazionale (banda del lupo), è una squadra ricca di talento che ha nel 20enne Lauri Markkanen la sua punta di diamante. Il centro finlandese ha bruciato le tappe negli ultimi anni, trasferendosi in Arizona nella scorsa stagione dove ha giocato in NCAA sperando nella chiamata per il draft Nba. E così è stato. Il ragazzone finlandese è stato scelto da Minnesota con la settima chiamata del primo giro per poi essere ceduto ai Chicago Bulls. Di lui il ct azzurro Ettore Messina ha detto: “Markkanen è un fenomeno ed è già pronto per la NBA”. Ma la Finlandia non è solo il giovane Markkanen. Tra gli altri giocatori che compongono l’intelaiatura della squadra diretta da Dettman bisogna menzionare il fortissimo play Petteri Koponen, ex Virtus Bologna, oggi al Barcellona, e anche la guardia Sasu Salin che, dopo due stagioni a Gran Canaria, si è trasferito in estate al Malaga.

  •   
  •  
  •  
  •