Basket Serie A2, la Virtus Roma si inchina alla capolista Casale

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

Palla a due tra Virtus Roma e Novapiù Casale

Alla Virtus Roma non riesce l’impresa contro la prima della classe Casale e deve dire addio alla possibilità di conquistare la terza vittoria consecutiva in questo inizio di stagione. Seppur rimaneggiata la Junior Casale si è dimostrata squadra tosta e con talento, in grado di condurre la gara dall’inizio alla fine respingendo i tentativi di rimonta dei padroni di casa sopratutto negli ultimi due quarti di gara. Contratta e stanca è apparsa la truppa di mister Corbani che forse ha pagato  più del dovuto le due gare ravvicinate e la corta rotazione che al momento si trova ad affrontare l’allenatore virtussino. Inizio di marca piemontese con un arbitraggio quanto meno discutibile a rendere gli animi ancora più esasperati in casa Virtus con lo stesso tecnico Corbani a farne le spese tanto da essere allontanato dal terreno di giochi per due falli tecnici. Lo stesso allenatore si lamenterà di tutto ciò in conferenza stampa sopratutto per la gestione dei falli tecnici (il secondo a suo dire assolutamente inesistente) facendo comunque i complimenti agli avversari ed ammettendo la prova sotto tono dei suoi ragazzi rispetto alle ultime due vittorioso uscite.

Come dicevamo parte forte Casale che allunga subito mentre Roma ottiene poco dai suoi uomini migliori e subisce il primo parziale chiudendo a meno 9 il primo quarto. Nel secondo invece arriva la reazione dei padroni di casa che si aggrappano ad un Aristide Landi in forma smagliante e riesce a ricucire lo strappo andando all’intervallo lungo sul 34 pari. Nel terzo quarto però Roma riprende a pasticciare in attacco mentre Casale senza strafare ma con una grande concretezza dall’arco riesci a chiudere avanti di 5 punti prima degli ultimi 10 minuti di gara. Nell’ultimo e decisivo quarto Sanders (il migliore dei suoi) aggrediscono la gara decisione complice una difesa tosta che la Virtus contrasta con fatica. Un ultimo guizzo dei padroni di casa viene da un sempre lucido Thomas, che porta i suoi a meno due con 40 secondi sul cronometro: non basta ai padroni di casa, che finiscono col cedere 68-73. Fanno festa gli ospiti che conquistano la sesta vittoria consecutiva in altrettante gare e mantengono saldamente la vetta solitaria della classifica a prescindere dalle altre gare in programma oggi. Per la Virtus una battuta d’arresto dopo due vittorie consecutive che non pregiudica il cammino e la crescita della squadra di mister Corbani che ha dimostrato di poter competere alla pari anche con la prima della classe.

  •   
  •  
  •  
  •