NBA, Washington Wizards-Cleveland Cavaliers 122-130. LeBron James trascina fuori dalla crisi Cleveland

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui


King James è tornato. 57 punti, 7 assist e 11 rimbalzi. Dominante e incontenibile la prova di LeBron che prende sulle proprie spalle Cleveland e la trascina fuori dalla crisi che la vedeva sconfitta per ben quattro volte consecutive. Alla Capital One Arena, con otto punti di scarto sui Washington Wizards, i Cavs trovano il successo grazie al miglior giocatore di tutta la NBA.
Ho fatto quello che dovevo per far finire questa serie di sconfitte“, parole da vero leader quelle di James che rispecchiano la voglia di dare la scossa a tutta la squadra. Prestazione maiuscola quella di Lebron. Raddoppiato in diverse occasioni, non si è fermato. La sua missione era vincere, vincere e dare la scossa alla squadra. Vera e propria macchina da guerra, senza nessuna possibilità di essere fermata.
I Cavs vedono la luce e portano il loro bottino della season sul 4-5. Non certo un risultato positivo, ma che regala una ventata di ossigeno dopo le precedenti 4 sconfitte.
LeBron è stato il trascinatore di una squadra che fin dal primo quarto di gara ha dimostrato di voler uscire dalla crisi. La prestazione e i numeri di Rose e di Crowder ne sono la prova.
Cleveland esce dunque dalla crisi grazie ai suoi uomini chiave, King James su tutti. Con questa prestazione il “23” dei Cavs è diventato il 7°giocatore ad aver infranto il muro dei 29.000 punti in carriera. Stratosferico.

La situazione in Eastern Conference resta piuttosto complicata con i Boston Celtics che battono gli Oklahoma Thunder e continuano a dominare conquistando la prima posizione solitaria (7-2)
Cleveland si risveglia ma resta solo sul 4-5.

  •   
  •  
  •  
  •