Basket Serie A: la Fiat Torino battuta anche da Avellino, è crisi

Pubblicato il autore: Gianluca Rossino Segui


La pessima partenza di Torino fotografa la gara

Il posticipo del 4 Febbraio di serie A1 vedeva in scena Fiat Torino vs Sidigas Avellino, due squadre che si trovano nella parte alta della classifica da inizio campionato ma che ultimamente hanno incontrato qualche difficoltà in più.
L’impatto di coach Charlie Recalcati non ha sortito gli effetti sperati e dopo le sconfitte subite in Eurocup anche il campionato è sempre più incerto.

Torino è partita malissimo e dopo un parziale terrificante ad inizio match non è mai stata in grado di tornare a contatto e ha potuto solo abbozzare alcuni tentativi di rimonta nel corso dei quarti successivi.
Avellino si è però dimostrata troppo solida anche mentalmente e grazie ad un’ottima circolazione del pallone ha trovato spesso ottime soluzioni per segnare con spazio anche dall’arco.  Il segnapunti recita così 77-59 in favore della Sidigas al termine del match.

I problemi della Fiat Torino continuano quindi e, complice una gestione societaria criticata aspramente dai tifosi dopo l’addio di coach Luca Banchi, al momento gli obiettivi della Fiat sembrano come minimo ridimensionati.

La cronaca del match – 1° quarto 

Pronti-via e parziale di 15 a 0 per Avellino che arrivava al Palaruffini dopo due sconfitte consecutive ma concentrata e pronta a riscattarsi.
Tanti errori al tiro della squadra di casa paralizzano la Fiat Torino che non riesce a segnare per 7′ prima di tentare la prima rimonta della serata.
Subito minaccioso intanto il centro della Sidigas Fesenko che si fa spazio a centro area.
Mbakwe fa 2/2 dalla lunetta, Deron Washington appoggia al tabellone e Garrett segna altri due punti e Torino cerca così di riprendere il contatto con un mini-parziale.

potrebbe interessarti ancheBasket maschile A1, a contendersi l’accesso alla finale scudetto saranno Milano e Brescia

Entrambe le squadre sbagliano qualcosa ai liberi e l’errore di Mazzola sulla sirena certifica il punteggio al termine del primo quarto: 19-9 Avellino.

2° quarto – I torinesi ci provano senza successo

La musica non cambia e la Fiat Torino torna subito a -14, nuovamente senza punti per altri quattro minuti .
Fesenko appoggia di nuovo al tabellone mentre Washington si porta a casa il ferro con una super schiacciata e apre il secondo tentativo di rimonta della squadra di casa grazie ai 2 di Garrett e alla bomba di Poeta che consente ai torinesi di tornare a -9.
Questa volta il time-out di coach Recalcati ha dato gli effetti sperati ma poco dopo due triple e un canestro allo scadere degli ospiti aumentano il gap e a metà partita lo score recita 22 Fiat – 40 Sidigas.
Un pesante -18 che pesa soprattutto per i pochissimi punti segnati in casa da Torino

Da segnalare la contrarietà dei tifosi, che non risparmiano nemmeno la proprietà, e la confusione mista forse a scarsa grinta dei giocatori torinesi, spesso costretti a tiri forzati allo scadere dei 24″.

3° quarto – La rimonta della Fiat Torino fallisce ancora

Le squadre tornano in campo dopo l’intervallo lungo e Avellino segna subito da 3.
Garrett e Vujacic provano a caricare la Fiat ma ancora una volta la rimonta finisce per esaurirsi presto e la cinica Sidigas di questa sera non alza il pedale dall’acceleratore quando serve.  Infatti appena Torino torna a -10 grazie ai 2 di Mbakwe gli ospiti piazzano la bomba del +13 con Leunen e poco dopo la schiacciata del +16 ed ecco l’immediato  time-out per i torinesi.

potrebbe interessarti ancheBasket Serie A1 Playoff: a Milano il derby con Cantù, Brescia batte Varese all’ultimo tiro.

Un altro errore allo scadere del quarto, questa volta di Mazzola, ci consegna il parziale di 44 a 60 a 10′ dal termine del match.

4° quarto – Avellino chiude la sfida 

L’ultimo quarto dell’incontro poteva riservare sorprese e così sembrava quando la Fiat Torino spinta da Mbakwe e Vujacic ha toccato più volte il -10 ma la forza fisica di Fesenko è stata determinante per interrompere l’emorragia e per chiudere definitivamente il match.
Ultimi minuti di transizione poi verso il finale della sfida. Lo score definitivo recita 77 a 59 per gli ospiti che agguantano la testa della classifica, condivisa da 4 squadre (Brescia, Milano, Venezia e appunto Avellino), e che tornano al successo in un campo non semplice.
Grande entusiasmo tra i tifosi della Sidigas presenti qui nel palazzetto del capoluogo piemontese per un risultato ampiamente meritato.

In settimana intanto l’incontro decisivo in Eurocup per i torinesi che dovranno battere con margine i russi dello Zenit per passare il girone. Il supporto del pubblico potrebbe essere decisivo ma bisogna sottolineare che gli stessi supporters della curva Guerrieri nutrono molte perplessità sulla gestione della società da parte della dirigenza e hanno chiesto a fine match, durante un faccia a faccia col presidente Forni, di “metterci la faccia, che sia vittoria o sconfitta”.

 

notizie sul temaBasket serie A2: ore decisive per gli StingsBasket maschile, gara 1 primo turno playoff scudetto, vincono Milano e BresciaBasket maschile A1, in questo week end l’inizio dei playoff scudetto
  •   
  •  
  •  
  •