Cantù-Varese 85-89 i biancorossi espugnano Desio

Pubblicato il autore: antoniofight Segui

Nel posticipo del lunedì della diciottesima giornata del campionato di basket di serie A si è giocato a Desio lo storico derby lombardo tra Cantù e Varese ed è stato un incontro che ha soddisfatto le aspettative della vigilia ed è stato equilibrato ed aperto ad ogni risultato fino alla fine.
Di fronte a 3.699 spettatori con la terna arbitrale composta da Rossi, Attard e Di Francesco al “PalaBancoDesio” si sono incontrate la Red October Cantù di mister Sodini, reduce dalla sconfitta con Cremona, che viene superata per la seconda volta consecutiva nel derby storico del basket dalla Openjobmetis Varese guidata da un Tyler Cain autore di 13 punti e 18 rimbalzi che si sono rivelati determinanti in un incontro terminato 89-85.
Passando alla cronaca si può dire che forse la vittoria è maturata già nel primo quarto di gara che ha visto gli ospiti subito avanti 10-2 dopo soli 2 minuti di gioco ma la risposta di Cantù non tarda ad arrivare e vengono messi a segno in due azioni consecutive due tiri da tre da Burns e Smith ma intorno al settimo minuto di gioco i biancorossi hanno un’ altra fiammata che si conclude con la schiacciata di Pelle che indisturbato segna il canestro del 24-15, quindi con la bomba di Vene dall’ angolo gli ospiti raggiungono il massimo vantaggio 33-20 ma i padroni di casa nell’ ultimo minuto riducono lo scarto grazie ad un tiro da tre di Parrillo ed è 25-33 dopo 10 minuti.
Nel secondo quarto è ancora Parrillo che prima con un antisportivo dopo 14 secondi e poi con due bombe consecutive determina l’ andamento dell’ incontro trascinando i padroni di casa alla rimonta che si concretizza con le bombe di Thomas, Cournooh e Burns ed è il tiro da tre di quest’ ultimo che realizza il 41-41 ad infiammare il PalaBancoDesio che diviene il sesto uomo in campo e accompagna con scroscianti applausi la schiacciata di Burns con il sorpasso 45-43 ma un fallo antisportivo fischiato a Cournooh al diciottesimo e i canestri di Wells e Cain riportano ancora avanti gli ospiti all’ intervallo lungo 51-56.
Nel terzo quarto Varese sembra intenzionata a portarsi decisamente in vantaggio con le triple di Vene e Tambone ma ecco Culpepper che con i suoi attacchi permette il recupero di Cantù fino a 61-62 ed a questo punto coach Caja chiama un time out. Culpepper è però in serata sfortunata subendo prima un infortunio alla caviglia ,che lo terrà in panchina per 2 minuti in cui verrà medicato, e poi alla mano destra dove aveva ricevuto già una botta in un incontro precedente, dall’ altra parte  Varese ne approfitta per staccarsi nuovamente e chiude il terzo quarto 69-78 in virtù dei 13 punti e 9 rimbalzi di Okoye.
Nell’ ultimo quarto Culpepper è in panchina ed è una grossa perdita per Cantù in quanto fino a quel momento era il top scorer con 14 punti ma l’ attacco canturino è ora in mano all’ esperto Smith che realizza la tripla del -4 sul 76-80 ed al trentaseiesimo minuto si riaccendono le speranze per il pubblico di Desio con Cournooh che ai tiri liberi ha la chance per pareggiare ma realizza 1/2 ed è 79-80 ma Smith non si rassegna e realizza la bomba dell’ 85-85 ma fallisce quella dell’ 88-85 e Cain e Wells per Varese realizzano i canestri del definitivo 85-89.

  •   
  •  
  •  
  •