LeBron James a Los Angeles per sfondare a Hollywood ?

Pubblicato il autore: Massimiliano Sacchetti Segui
OAKLAND, CA - DECEMBER 25: LeBron James #23 of the Cleveland Cavaliers reacts towards his teammates after the Golden State Warriors scored a basket during an NBA basketball game at ORACLE Arena on December 25, 2017 in Oakland, California. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Thearon W. Henderson/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Alle 4.30 (ora italiana) della notte dell’11 ottobre, ultima fase di precampionato, va in scena il primo incontro di LeBron James con la maglia dei Lakers contro i Warriors; nell’attesa febbrile della partita che Los Angeles sogna di rivedere per la finale NBA, i tifosi sono impazienti di ammirare sul parquet le giocate di LeBron James al fianco di Lonzo Ball; i due, lasciati a riposo nel match contro i Clippers, rimangono in dubbio, uno per la convalescenza post operatoria del ginocchio sinistro e James per non forzare e farsi trovare in ottima forma all’inizio ufficiale della stagione, inutile forzare tempi dice l’allenatore Luke Walton; ma l’attesa è tremenda e da adito a odiosi pensieri, tra cui il dubbio di un impegno assoluto di LeBron James per la sua nuova franchigia. Arrivato sulle coste dell’Oceano Pacifico per la cifra record di 154 milioni di dollari  James ha tempestivamente provveduto a zittire le voci e dichiarare che il suo trasferimento è avvenuto per motivi legati esclusivamente alla pallacanestro e che non ha intenzione di tentare la carriera ad Hollywood.
Le voci di un interessamento di James al mondo del cinema si sono diffuse velocemente e hanno messo la piazza di Los Angeles in apprensione.
James, a dicembre compierà 34 anni, è impegnato da tempo in diversi progetti per programmi televisivi e film con la sua azienda la Spring Hill Entertainment il cui ufficio si trova a pochi chilometri dall’impianto sportivo dei Los Angeles Lakers, lo Staples Center, e alla domanda se sia stata anche questa una ragione per trasferirsi a Los Angeles risponde: la mia decisione si è basata esclusivamente sulla mia famiglia e i Lakers; sono un giocatore di pallacanestro, questo è quello che so fare e sebbene i miei affari riguardano anche questo settore, sono cose di cui mi occupavo già molto prima di venire qui.
La casa di produzione di LeBron James è coinvolta da tempo in numerosi progetti tra cui il remake di “House Party” e il ruolo principale del prossimo Space Jam 2, seguito del primo in cui il ruolo del protagonista era di Michel Jordan.
James, che ha partecipato consecutivamente alle ultime otto finali dell’NBA per i Cleveland Cavaliers e i Miami Heat, sa che i Lakers mancano alle finali NBA dal 2010 e per questo James ha tenuto a chiarire che la sua nuova franchigia non può aspettarsi di essere al livello dei Golden State Worriors da subito: ci attende una lunga strada da percorrere per provare a raggiungere Golden State, dovremo lavorare giorno dopo giorno con l’obiettivo di riuscire a competere con i Worriors, ma se c’è solo un vincitore dell’NBA questo non vuol dire che il lavoro svolto non sia riuscito.
L’unico modo per provare a vincere è prepararsi ogni giorno e migliorarsi.
Sono diversi anni che la franchigia dei Lakers non assapora più la vittoria e sebbene possa fregiarsi di grandi nomi di un recente passato come il diciotto volte giocatore dell’All Star Kobe Bryant e icone più lontane nel tempo come Magic Johnson, l’attesa per questa stagione è altissima e LeBron James vuole essere assolutamente il protagonista di questo film.

potrebbe interessarti ancheNBA, partite 30 novembre: Golden State perde all’OT con Toronto , vincono il Gallo e LeBron

 

potrebbe interessarti ancheNBA: La situazione dei Cleveland Cavaliers post LeBron James

notizie sul temaNBA, partite 22 novembre Eastern Conference: LeBron James torna a Cleveland, vincono Phila e Toronto, ancora male i CelticsLebron James da leggenda, attacco al potere tra Jabbar e JordanNBA risultati partite 12 novembre: Harden ne fa 40, i Lakers di LeBron James battono gli Hawks
  •   
  •  
  •  
  •