NBA: La situazione dei Cleveland Cavaliers post LeBron James

Pubblicato il autore: allecarpi Segui

Kevin Love – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

4 vinte e 15 perse i Cavs sono sicuramente la peggior squadra della lega, forse non come roster e per ora neanche come record, agevolati dal fatto che Phoenix ( 4 vittorie anche per loro), sono l’unica squadra ad aver fatto peggio avendo disputato una partita in più, ma bensì per le aspettative che precedevano questa stagione.
L’anno è iniziato in modo molto confusionale a Cleveland, dopo l’addio di LeBron James era prevedibile da tutti che i risultati ottenuti negli anni precedenti non erano replicabili, in molti si aspettavano una squadra da lotta per gli ultimi posti play off, e solo pochi intenditori potevano intuire che i Cavs avessero un inizio così faticoso tanto da ritrovarsi in fondo alla classifica della eastern conference.
La panchina di Tyronn Lue è saltata dopo poche partite, più che per il disastroso gioco espresso ed i conseguenti risultati (6 sconfitte in altrettanto partite), si pensa ci siano state forti vicissitudini  tra ormai ex allenatore campione NBA nel 2016 e la società su come affrontare al meglio la stagione in atto e quelle future; Larry Drew è il nuovo head coach di Cleveland, passando da assistente a capo allenatore. Con l’addio di Irving e poi quello di James, l’ultimo dei ”Big Three” rimasto è l’ala grande Kevin Love, uno dei pochi giocatori rimasti ad essere fedele al suo ruolo, tant’è che Love è così devoto al punto da non poter di fatto giocare in nessun’altra delle posizioni, neanche per pochi minuti (in contesti importanti); la squadra era tutta sulle sue bianche e grandi spalle, sarebbe potuto tornare il giocatore che era ai Twolves, ma purtroppo un brutto infortunio al dito del piede non gli consente di giocare, non sono ancora ben chiari i tempi di recupero, il numero zero dei Cavs si dice comunque ottimista nonostante l’inizio difficile della stagione.
Il resto della rosa è un misto tra veterani e giovani che è un mix apparentemente discreto, tra intesa, esperienza ed energia, ma al contrario è uno di quelli meno riusciti dell’intera lega, anzi il peggiore se calcoliamo anche lo spazio salariale intasato, questa però è una colpa dirigenziale non dei giocatori.
Rinnovato Love e presumendo di aver tenuto intatto il nucleo dell’anno scorso che arrivò alle finali, e poter competere per i play off, i fatti stanno ribaltando le aspettative dimostrando che il vero cuore, anima e corpo del nucleo della squadra dello scorso anno era LeBron, andato via lui si è sgretolato tutto.
Non è la prima volta che la franchigia abbandonata dal ”Re” si trova a passare dal vertice al fondo classifica, accadde nella prima versione di Cleveland, con Miami e sta per ripetersi quest’anno, anche se il discorso potrebbe essere molto più ampio, collegato al famoso discorso del tanking che va molto di moda in NBA, per puntare scelte alte al prossimo draft ricco di talenti, citofonare Duke; effettivamente è una circostanza che può presentarsi con ottimi argomenti a favore, quella del perdere e perderemo è sicuramente una bruttissima situazione sportiva, soprattutto per i giocatori, ma può risultare altrettanto lungimirante.
Il fatto che capiti a squadre competitive l’anno prima che lottavano per il titolo non si è quasi mai visto, con James tre volte su altrettante situazioni;
e come diceva Agatha Christi, un indizio è solo un indizio, due indizi sono una coincidenza, tre indizi sono una prova..

potrebbe interessarti ancheNBA, torna l’ All Star Game 2019: la gara finale in diretta su Sky Sport NBA
potrebbe interessarti ancheNBA: Sacramento Kings, coach Walton accusato di molestie sessuali
OAKLAND, CA - DECEMBER 25: LeBron James #23 of the Cleveland Cavaliers reacts towards his teammates after the Golden State Warriors scored a basket during an NBA basketball game at ORACLE Arena on December 25, 2017 in Oakland, California. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Thearon W. Henderson/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

notizie sul temaAnalisi e voti di metà stagione delle 30 squadre NbaNBA, partite 30 novembre: Golden State perde all’OT con Toronto , vincono il Gallo e LeBronNBA, partite 22 novembre Eastern Conference: LeBron James torna a Cleveland, vincono Phila e Toronto, ancora male i Celtics
  •   
  •  
  •  
  •