Durant porta Golden State alle semifinali, Gallinari eroico ma non basta ai Clippers

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

E’ finita a gara6 del quarto di finale playoff la stagione memorabile dei Clippers di Gallinari in NBA. Gli uomini di Doc Rivers si sono arresi a Golden State, trascinati da un Kevin Durant in stato di grazia. 129 a 110 il risultato finale per gli uomini di Kerr. Primo quarto giocato alla pari da parte di Gallinari e soci, che partono forte terminando però con uno svantaggio di 4 punti (31-35).

Nel secondo quarto, i Clippers calano
vistosamente, abbandonati dall’eroe di questa stagione assieme al Gallo: Lou Williams. Partita pessima da parte del numero 23, irriconoscibile rispetto al giocatore visto durante gara5 all’Oracle Arena, dove trascinò i losangelini a una vittoria insperata con i suoi 33 punti. Per lui solo 8 punti quest’oggi, 2 rimbalzi e 7 assist. Veramente un nightmare game per lui, ma il pubblico dello Staples Center non dimentica il suo operato stagionale e a fine gara, gli dedica una commovente standing ovation.

potrebbe interessarti ancheGolden State Warriors-Los Angeles Lakers : dove vedere il match in streaming e diretta TV

Durant di un’altra categoria, Gallinari super con 29 punti

Durant è l’uomo in più per gli Warriors e gioca una partita sontuosa fino alla fine, realizzando 50 punti, 6 rimbalzi e 5 assist. Una macchina perfetta che spaventa lo Staples Center ogni volta che si alza in aria per sfoderare il suo piatto forte: il tiro da tre punti. Oggi letale come non mai, cosa che avvenne anche in gara5, ma che alla fine dei giochi non risultò determinante. I fan dei Clippers lo applaudono ironicamente al primo errore da tiro libero, come per dire “è umano anche lui allora”. Veramente una gioia per gli occhi. Buona la prestazione di Curry (24 punti), preziosa quella di Green, resosi protagonista di azioni difensive degne di nota.

potrebbe interessarti ancheAtlanta Hawks-New Orleans Pelicans : dove vedere la partita in streaming e in diretta TV

Il nostro Danilo Gallinari è il migliore per distacco nei Clippers: 29 punti per lui – record personale nei playoff – e 5 rimbalzi. Gran match per l’ex Nuggets, così come tutta la sua stagione disputata con i californiani. Squadra che ha comunque costretto i campioni di Golden State agli straordinari in questo quarto di finale di playoff. I Clippers escono a testa alta, consapevoli di aver dato tutto contro la squadra più forte del mondo. Il grande rammarico è quello di non aver potuto contare su Lou Williams quest’oggi: le sue conclusioni dalla distanza, così come le sue grandi azioni a smarcare i compagni tramite i suoi movimenti e assist sublimi, si sono fatte sentire.

Ora gli Warriors se la vedranno con James Harden e i suoi Houston Rockets, allenati da Mike D’Antoni. Sfida tra titani, ma le fatiche patite contro i Clippers si faranno sentire.

notizie sul temaItalbasket: ufficiale i 12 convocati per i mondiali in CinaBasket Nba, varato il calendario: si parte subito con Toronto-New Orleans e il derby di Los AngelesGallinari ambizioso: “Soldi? Voglio solo vincere”
  •   
  •  
  •  
  •