Andrea Bargnani rescinde il contratto con il Baskonia: rischio ritiro?

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

andrea bargnani

L’esperienza di Andrea Bargnani con il Baskonia è già giunta al termine. Le due parti hanno ufficializzato la rescissione del contratto. La notizia non stupisce nessuno dal momento che il Mago è fermo ai box da febbraio ed ha passato più tempo fermo ai box che sul parquet. Già da tempo coach Alonso era infastidito da questa situazione tant’è che a dicembre dichiarò: “Stiamo giocando senza Andrea Bargnani da inizio stagione e non solo da tre settimane. Ci ha aiutato in alcune gare in cui ha dimostrato tutto il suo talento ma la squadra che sta facendo bene in Eurolega e sta facendo vedere ottime gioca senza Andrea Bargnani. Non penso che sia venuto a Vitoria per fare il turista e anche lui ha scommesso su di noi per fare una bella stagione. Se non ci riuscirà il suo futuro sarà problematico“. Parole molte dure quelle di Alonso, che possono essere estese anche al periodo seguente alle dichiarazioni. L’ex Benetton Treviso ha mostrato lampi di talento nel corso della stagione come i 17 punti in 16 minuti realizzati a gennaio contro il Murcia in ACB o i 26 punti e 4 rimbalzi fatti registrare nella prima gara di Eurolega contro l’Anadolu Efes, ma ha giocato troppo poco tant’è che ci sono delle preoccupazioni per il suo futuro.

Andrea Bargnani ipotesi ritiro ?

Sarebbe inutile negarlo: c’è preoccupazione per il il futuro di Andrea Bargnani. Il Mago è un classe 1985, compierà 32 anni ad ottobre, ma negli ultimi anni ha passato più tempo in infermeria che in campo. L’esperienza con il Baskonia è terminata ad aprile. Nella passata stagione salutò i Brooklyn Nets a febbraio mentre nei due anni con i New York Knicks ha giocato 71 partite su 164. Ai Toronto Raptors nel ’12/’13 giocò 35 gare, nell’ 11/’12 solo 31 mentre furono 66 nel ’10/’11. Ciò vuol dire che sono sei anni che Andrea Bargnani non gioca una quota accettabile di partite: un dato estremamente preoccupante. Forse andrebbero bene in ritmi dell’A2 per il lungo azzurro e infatti, come riportato da Sportando, la Virtus Roma ha provato a ingaggiare il giocatore per i playoff, ottenendo in cambio un secco rifiuto.

  •   
  •  
  •  
  •