Euroleague – AX Milano schiacciata a Tel Aviv, i risultati della 5.a giornata

Pubblicato il autore: Gianni Succu Segui

Risultato LIVE Eurolega CSKA Mosca Baskonia Vitoria
Quinta giornata di Euroleague messa in ghiaccio con una lunga serie di risultati a sorpresa. Arrivati a questo punto della competizione, vicino cioè al giro di boa del girone d’andata, ci si aspettava di avere una classifica un minimo definita, ed invece solamente una squadra è ancora senza vittorie e già nessuno può vantare il 100%.

Settimana scorsa ci aveva lasciato con la prima vittoria di Milano, che arrivava con il morale alto alla difficile trasferta di Tel Aviv, ma se già qualche scricchiolio si era notato in campionato dalla sconfitta contro Sassari, la gara di giovedì contro il Maccabi è stata uno di quei risultati senza appello, anche più di quanto il risultato finale, con scarto di 11 punti, possa lasciar presagire. Milano è crollata sotto i tabelloni, dove ha preso 20 rimbalzi meno degli avversari di cui 15 offensivi, e sul possesso palla, con ben 5 palle perse in più. La differenza è stata proprio nella voglia di lottare e di guadagnarsi punti facili in transizione o seconde occasioni sotto canestro. E allora il ventello di distanza è stato per lunghi tratti un incubo, scacciato poi in parte dalla reazione di squadra dell’ultimo quarto.

A Madrid andava invece in scena il big match della serata con l’invincibile Real (sconfitto in supercoppa dal Gran Canaria e poi sempre vincente in stagione) contro il semi-invincibile Khimki Mosca (sconfitto solo dall’Olympiacos in Euroleague fin’ora). Un po’ sorprendentemente, il Madrid è stato costretto ad inseguire praticamente per tutta la gara, mettendo la testa avanti solo per una frazione di minuto a metà del quarto periodo, ed è crollato sotto i 20 punti del solito Alexey Shved, tradito dalla sua stella più luminosa. Quel Luka Doncic capace di essere sempre miglior realizzatore dei suoi, ma con solamente 12 punti questa volta. La gara è sempre stata in bilico, ma fondamentalmente mai in discussione nonostante il dominio a rimbalzo dei blancos, e i giallo-blu tornano in Russia con uno scalpo importante e nuova consapevolezza della propria forza dopo che la sconfitta contro l’Olympiacos ne aveva un po’ minato le certezze.

Le altre gare della 5° giornata di Euroleague

Anche l’altra capolista, l’Olympiacos Pireo, crolla in questa quinta giornata. Crolla sotto i colpi di una rediviva Barcellona, ma soprattutto crolla nel vero senso della parola a livello di punteggio, perdendo di 22 punti e realizzandone solamente 51, con il massimo di 15 punti nel terzo quarto. In una gara dalle percentuali bassissime è il gioco di squadra dei blaugrana a fare la differenza, con solamente Juan Carlos Navarro a quota zero assist al termine della gara e un Printezis completamente estraniato dal gioco con 5 punti e soli 18 minuti giocati.

Per quanto riguarda i nostri rappresentanti in terra straniera, questa settimana facciamo bottino pieno.
Il Fenerbahçe ha la meglio abbastanza facilmente sul Valencia (79-66) con Gigi Datome sugli scudi, miglior realizzatore dei turchi (16 punti), e Melli un po’ in ombra (5 punti e 6 rimbalzi in 27 minuti), mentre Bamberg sconfigge, in un match abbastanza a senso unico, la Stella Rossa a Belgrado. 69-75 il finale con Hackett poco impiegato e autore di soli 5 punti.

Il CSKA si riprende la vetta della classifica vincendo con brivido finale in casa contro lo Zalgiris (94-91, dopo essere stata avanti anche di 16) grazie ai 51 punti della coppia ClyburnDe Colo.
Nelle altre due gare, invece, le ultime della classe hanno provato a strappare la prima vittoria del torneo e se l’Efes Istanbul c’è andato vicino, rimanendo col muso davanti fino a metà ultimo quarto, salvo poi crollare e cedere il passo all’Unicaja Malaga (+11 nel quarto quarto, finale di 74-79), il Baskonia è riuscito a far saltare il banco contro i 6 volte campioni del Panathinaikos.
Dopo aver guidato per i primi due quarti e mezzo, il sorpasso greco con la tripla di Rivers a 6 dalla conclusione del terzo quarto sembrava aver messo nuovamente con le spalle al muro i baschi. Ma nel finale l’impensabile è avvenuto e da 4 di vantaggio, il Pana è stato superato dalla premiata ditta ShengeliaBeaubois, il primo con la stoppata salva partita a 7 secondi dalla fine e il secondo con la penetrazione del +1 quando di secondi al termine ne mancavano 1,5 per il definitivo 85-84. La conclusione finale di Rivers è infatti finita ben lontano del ferro.

La sesta giornata settimana prossima propone tre scontri succulenti, oltre che l’occasione per Milano di giocare una gara “alla pari” contro lo Zalgiris nel primo scontro contro una non-big di questo avvio infernale di Euroleague. Oltre al derby di Grecia tra Olympiacos e Pana al Pireo, vi sarà anche il derby Datome-Melli contro Hackett in Brose Bamberg-Fenerbahçe e il big-match di alta quota a Tel Aviv tra Maccabi e Real Madrid.

  •   
  •  
  •  
  •