Playoff NBA 2017: sorpresa Olynyk e i Celtics superano il turno [VIDEO]

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini

playoff NBA 2017

Continuano a ritmo spedito i playoff NBA 2017: nella notte appena passata si è giocata gara 7 della serie tra Boston Celtics e Washington Wizards. A vincere sono stati i biancoverdi con il risultato di 115 a 105. I ragazzi allenati da coach Stevens raggiungono in finale di Conference i Cleveland Cavaliers e avranno il fattore campo a favore dal momento che hanno chiuso la regular season con il miglior record ad Est davanti a Lebron James e soci. Boston torna in finale di Conference a distanza di cinque anni, a quel tempo a difendere i colori dei Celtics c’erano giocatori come Kevin Garnett, Paul Pierce, Ray Allen e Rajon Rondo. Nella gara 7 contro Washington è emerso come eroe a sorpresa Kelly Olynyk. In questi playoff NBA 2017 si era parlato del centro più per le sue giocate sporche che per quelle sul parquet. In gara 3 il lungo fece un brutto fallo ai danni di Kelly Oubre, il quale reagì buttando a terra l’avversario e generando un parapiglia. Il risultato fu espulsione e squalifica per il giocatore di Washington. Da quell’episodio sono tornate a farsi forti le voci che definiscono Olynyk un giocatore sporco, ricordando quanto successo nei playoff NBA 2015 con il n.41 dei Celtics che infortunò alla spalla Kevin Love, il quale dovette saltare tutto il resto della post-season. Ad esempio Draymond Green dichiarò: “Non rispetto i giocatori come Olynyk, è un giocatore sporco. C’è differenza tra astuzia e giocare sporco e lui l’ha superata“. Improvvisamente il pivot di Boston ha perso il primato di giocatore più sporco dei playoff NBA 2017 a favore di Zaza Pachulia, autore della giocata antisportiva che ha mandato K.O. Kawhi Leonard, e poi è emerso a protagonista di questa gara 7 dei playoff NBA 2017.

Gara 7 playoff NBA 2017: i 26 punti di Kelly Olynyk

Il centro di riserva dei biancoverdi è stata la sorpresa più grande della gara 7 tra Celtics e Wizards. Olynyk ha punito la difesa avversari con le sue penetrazioni e con i suoi tiri in sospensione sul pick and pop. Alla fine il lungo ha chiuso con 26 punti in 28 minuti sul parquet, risultando la chiave principale della vittoria di Boston. Non va dimenticata la splendida partita giocata da Isaiah Thomas, che è stato autore di una doppia doppia da 29 punti e 12 assist. Washington esce dai playoff NBA 2017 dopo una serie durissima e lo fa tradita dalla sua panchina (soli 5 punti realizzati, tutti da Bogdanovic). John Wall non è riuscito a giocare da superstar nell’ultima partita della serie, mettendo a segno 18 punti con 1/8 da tre punti. Il play ha comunque consegnato la bellezza di 11 assist, aggiungendoci 7 rimbalzi. Non è servita a nulla la super prestazione di Bradley Beal, che è stato autore di 38 punti e ha dimostrato ancora una volta di essere una delle migliori guardie di tutta la NBA se è sano dal punto di vista fisico. Certo è che quel “se” è grande come una casa. Ora il prossimo appuntamento di Boston si chiama Cleveland Cavaliers, la serie è aperta visto che i Celtics hanno dimostrato di avere un cuore grande come il TD Garden. Basterà contro Lebron James?

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •