Finale NBA 2017: stanotte primo match-point per i Golden State Warriors

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Golden State Warriors

Finale NBAQuesta notte i Golden State Warriors hanno il primo match-point a loro disposizione. Certo per Cleveland sarebbe un colpo durissimo perdere la finale NBA per 4 a 0. Lo scorso anno LeBron James e compagni ribaltarono la situazione e andarono a vincere l’anello in gara 7. Ora la situazione è diversa e sembra proprio che non ci possa essere un secondo miracolo. I Cavaliers vorrebbero vincere la sfida che si gioca alle 03:00 ora italiana per evitare quantomeno la figuraccia. Non sono serviti a nulla neanche i 77 punti del duo James-Irving in gara 3 per avere la meglio sulla franchigia californiana. Golden State sembra essere pronta a vincere il suo terzo titolo NBA. I giocatori della franchigia californiana sembrano avere la giusta cattiveria. L’arrivo questa estate di Kevin Durant può aver dato alla squadra una consapevolezza maggiore. Durante la stagione ci sono stati un pò di problemi per i Golden State Warriors che ha anche dovuto cedere la prima posizione della Western Conference ai San Antonio Spurs per qualche partita. Poi nei playoff i giocatori di Steve Kerr sembrano aver ritrovato i soliti automatismi e per gli avversari non c’è  stato nulla da fare. Quattro a zero contro i Portland Trailblazers, quattro a zero contro gli Utah Jazz nelle semifinali e quattro a zero addirittura ai San Antonio Spurs in finale di Conference.

Non solo i tifosi dei Golden State Warriors  ma tutti gli appassionati di NBA si aspettano il 4 a 0 di Curry e compagni. Cleveland però vorrebbe scrivere un finale diverso e regalarsi almeno gara 5. Al termine di gara 3 LeBron James riferendosi a Kevin Durant, uno dei suoi più grandi avversari, ha dichiarato: “Sono sempre stato orgoglioso di tutto quello che Kevin ha fatto nella sua carriera, non certo da oggi, e ho sempre seguito con grande entusiasmo la sua crescita in tutti questi anni. Ammiro il fatto che sia stato disposto a sacrificare parte del suo gioco scegliendo di andare a Golden State prendersi meno tiri, avere meno il pallone in mano accettando quindi in un certo senso di cambiare in parte il suo stile di gioco”.

Quest’estate in molti criticarono la scelta di Kevin Durant di andare a giocare in una squadra già vincente come i Golden State Warriors. Per il momento però la scelta sembra stia ripagando l’ex stella degli Oklahoma City Tunder. Forse per lui potrebbe arrivare quel titolo NBA che aveva tanto cercato con la maglia dei Tunder ma che “King” James gli aveva negato nelle due finali consecutive giocate contro i Miami Heat.  Cosa dovranno inventarsi i Cleveland Cavaliers per allungare la serie e rimandare un verdetto già scontato? “King” James dovrà consegnare lo scettro al rivale Curry già questa notte? I tifosi dei Cleveland Cavaliers si augurano di no. James Goldstein, uno dei più grandi tifosi NBA, di grandi giocatori ne ha visti e quindi parlando di questa finale tra Golden State e Cleveland ha dichiarato che Kevin Durant sicuramente meriterebbe il titolo di MVP delle finali. La squadra di coach Kerr vorrebbe entrare nella storia con un altro record quello di imbattibilità nei playoff.

  •   
  •  
  •  
  •