Mercato Olimpia Milano: ecco chi è il sostituto di Raduljica

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

mercato olimpia milano

Il mercato Olimpia Milano batte finalmente un colpo. La Gazzetta dello Sport ha pubblicato la notizia che l’Emporio Armani ha messo le mani su Kaleb Tarczewski. Il lungo sta giocando in D-League con la maglia degli Oklahoma City Blue, squadra affiliata dei Thunder, dopo aver giocato in NCAA con Arizona. Tarczewski è un centro di 213 centimetri per 111 chili che in questa stagione nella lega di sviluppo della NBA sta segnando 10 punti e catturando 7.3 rimbalzi di media a partita. Il pivot dovrebbe firmare un contratto fino al termine della stagione con opzione per quella successiva. Dunque il mercato Olimpia Milano porta (finalmente) alla corte di Repesa il sostituto di Miroslav Raduljica. Ieri sera contro la Dinamo Sassari c’è stata l’ennesima prova di come il serbo sia completamente al di fuori del progetto biancorosso. L’ex Panathinaikos è partito in quintetto, ha dato una bella palla a Pascolo per poi commettere due falli inutili in rapida successione su Gani Lawal e prendersi un fallo tecnico per proteste mentre tornava in panchina. La gara di Raduljica è durata “ben” 3 minuti per un totale di -5 di valutazione. Questo il commento di coach Jasmin Repesa nella conferenza stampa post-partita: “Raduljica si è autoescluso. Può sbagliare ma non può perdere fiducia. Riproveremo con lui ma deve fare qualcosa mentre oggi non l’ha fatta“. Evidentemente il coach croato si è convinto (o lo hanno convinto) che continuare con Raduljica sarebbe stato alla lunga dannoso con il rischio molto concreto di spremere troppo gli ottimi Milan Macvan e Jamel McLean e di averli cotti ai playoff. Per questo motivo il mercato Olimpia Milano ha portato la novità Kaleb Tarczweski.

Mercato Olimpia Milano: nessun intervento nel reparto esterni

Il mercato Olimpia Milano porta alla corte di Repesa il nuovo centro titolare ma nessun nuovo esterno. Al momento l’EA7 ha fuori per infortunio Zoran Dragic (stagione finita), Simone Fontecchio (quattro settimane), Kruno Simon (desaparecido) e Mantas Kalnietis (potrebbe tornare in campo domenica). Nonostante ciò la vittoria contro la Dinamo Sassari ha dimostrato che i campioni d’Italia possono cavarsela anche senza nessun nuovo arrivo nel reparto guardie. Contro una squadra che poche settimane fa era arrivata in finale di Coppa Italia, gli esterni milanesi se la sono cavata alla grande nonostante la difficoltà numerica. Ricky Hickman è stato quel giocatore visto solo nella finale di Coppa Italia: realizzatore e capace di segnare il canestro della staffa; Rakim Sanders è stato l’MVP della gara ed è stato autore di 19 punti; Awudu Abass è stato impreciso (5 punti con 2/7 dal campo) ma ha giocato ben 34 minuti rendendosi utile in difesa; Bruno Cerella è rimasto in campo 8 minuti, ha fatto fatica commettendo quattro falli ma c’è da dire che deve ritrovare il ritmo partita dopo i molti mesi spesi tra tribuna e panchina; infine Andrea Cinciarini è stato decisivo ben oltre gli 8 punti, i 4 rimbalzi e i 2 assist del suo tabellino. Il capitano meneghino, dopo esser stato insultato per tutta la gara dai tifosi sardi, ha effettuato le giocate decisive quando la Dinamo era tornata sul -1 a quasi cinque minuti dalla fine del match.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •