Risultati Serie A basket: Venezia espugna il PalaCarrara

Pubblicato il autore: Filippo Baldi

Risultati Serie A Basket Pistoia Venezia, la cronaca

Basket Serie A. Venezia riesce nell’impresa di essere la seconda squadra a passare indenne sul campo di Pistoia grazie ad una notevole prestazione al tiro nel secondo tempo, capitanata dall’ex Ariel Filloy.La partita comincia su ritmi offensivi notevoli, con Petteway, il più chicchierato in settimana per le sua altalenanti prestazioni che sembra volersi caricare sulle spalle il peso della squadra, mentre gli uomini di De Raffaele si dividono bene i possessi. Dopo una prima metà di parziale frizzante ,le due formazioni si bloccano in attacco e il punteggio si contrae rimanendo sostanzialmente in parità. Un alley-oop di Melvin Ejim pescato sulla sirena regala il vantaggio agli ospiti dopo dieci minuti (17-19).Nel secondo quarto il copione cambia non di poco: Pistoia stringe decisamente le maglie in difesa e Viggiano e compagni sbattono contro la zona ben architettata da Esposito: il risultato è un parziale di 12-2 che porta il punteggio sul 29-21, interrotto solo da una tripla di Haynes. Pistoia si lancia dunque in un primo tentativo di fuga che però viene ricucito principalmente da un gran momento di Peric che riporta i suoi sul meno tre. Pistoia però non si abbatte e riesce, nonostante il terzo fallo di Petteway che lo costringe alla panchina, a ritornare considerevolmente in vantaggio, un vantaggio ancora una volta ridimensionato dalla tripla nei secondi finali del solito Peric (quindici punti a metà gara), troppo libero di agire indisturbato dall’arco. Il primo tempo si chiude sul 41-36.

Il terzo quarto si gioca ad un altro livello cestistico. Dopo venti minuti in cui la compagine veneta aveva messo a segno appena il ventisei per cento da oltre l’arco Filloy e compagni mettono in scena un autentico capolavoro tirando fuori dal cilindro un quarto da ventotto punti con 8/13 da tre che poco ha a che fare con i demeriti difensivi dei padroni di casa. Segnano a ripetizione Peric, Ress ma anche Filloy e McGee, garantendo una produzione offensiva che Pistoia non può eguagliare. Gli uomini di Esposito da parte loro mantengono comunque contatto con il match riuscendo ad andare a riposo per l’ultima volta sul -6. Nell’ultimo quarto, con le percentuali da tre che tornano nella norma, Pistoia sembra poter tornare in partita, ma proprio quando gli uomini di Esposito tornano ad unSolo possesso di distacco è il grande ex Ariel Filloy (18 punti nel solo secondo tempo), grazie a lui De Raffaele trova la chiave di volta per entrare definitivamente tra le maglie della difesa pistoiese. Finisce 78-71, vince meritatamente Venezia, grazie più alle individualità tecniche che al buon gioco ma Pistoia esce sconfitta senza recriminazione.

Risultati serie a basket: Pistoia Venezia, la sala stampa.

De Raffaele: “Sono grandi emozioni per me che conosco bene la piazza, nei primi due quarti abbiamo concesso molto, nel terzo e quarto quarto abbiamo aggiustato il tiro da tre e abbiamo unito difesa ed attacco, rimbalzi e palle perse. È una vittoria molto importante perché reputo Pistoia il campo più difficile del campionato. La loro difesa ci ha messo molto in difficoltà facendo anche canestro da tre punti da chi anche non mi aspettavo, nel secondo tempo abbiamo aggiustato soprattutto la difesa sul pick’n’roll coprendo più la palla.”

Esposito: “Per vincere queste partite devi essere il più preciso possibile, sapevamo la difficoltà dell’incontro, di hanno dato un paio di spallate importanti ma abbiamo reagito. Negli ultimi minuti avremmo dovuto salire ulteriormente di livello per portarla a casa. Ai ragazzi ho detto che l’errore principale è stata la mancata cura nei dettagli. Detto questo non sono arrabbiato, ci sono molte cose positive, giocando così torneremo alla vittoria, magari giocando con squadre più alla portata. Il problema non è stato il tiro da tre e basta, loro non hanno solo tiratori, loro hanno realizzatori. Sono primi per tiro tentati e secondi per percentuali, sapevamo di affrontare una grande squadra.”

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •