Olimpia Milano: il prossimo ostacolo si chiama Trento. Sfuma il ritorno di Melli

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

 olimpia milano

Ieri l’Olimpia Milano ha strappato il pass per le semifinali scudetto, vincendo gara 4 della serie contro la Betaland Capo d’Orlando. Una prova d’autorità che ha portato l’EA7 alla vittoria per 62 a 77 e al superamento del turno per 3 a 1. E pensare che questi quarti di finale erano iniziati malissimo per i campioni d’Italia con una sconfitta in gara 1 al Forum d’Assago e i fischi dei tifosi biancorossi. Dopo quel K.O. sono arrivati tre successi consecutivi che hanno portato l’Olimpia Milano in semifinale. I meneghini si troveranno di fronte la Dolomiti Energia Trento, reduce da un secco 3-0 ai danni della Dinamo Sassari. La formazione allenata da coach Maurizio Buscaglia, dopo un avvio di campionato abbastanza mediocre, è entrata in ritmo nella seconda parte della stagione e l’allenatore classe 1969 ha dimostrato anche in questa annata di essere uno dei migliori su piazza.

Olimpia Milano-Dolomiti Energia Trento: una ricca storia recente

Per raccontare la storia recente tra queste due squadre iniziamo da un nome e un cognome: Davide Pascolo. Il lungo è alla prima stagione con la maglia dell’Olimpia Milano dopo esser stato il simbolo della formazione trentina, con cui ha effettuato la scalata fino alla serie A. Dada sta diventando indispensabile per l’Emporio Armani, tant’è che è stato l’indiscusso MVP della serie contro la Betaland Capo d’Orlando. L’anno scorso, alla corte di coach Buscaglia, giocò un’annata meravigliosa e venne scelto nel primo quintetto dell’Eurocup. Proprio alla seconda competizione europea ci rifacciamo per il secondo capitolo della storia tra queste due società. Infatti l’anno scorso l’Olimpia Milano, dopo esser stata eliminata dall’Eurolega, scese in Eurocup, dove era considerata una delle favorite alla vittoria finale. Peccato però che nei playoff la formazione allenata da Repesa incontrò la Dolomiti Energia, la quale la eliminò e volò fino alle Final Four. L’EA7 si rifece pochi mesi più tardi eliminando Forray e compagni dai playoff del campionato italiano con un secco 3-0, concluso con la vittoria in gara 3 grazie a un canestro a fil di sirena di Alessandro Gentile. L’ultimo capitolo della rivalità è la netta vittoria della Dolimiti Energia Trento in casa dell’Olimpia Milano lo scorso 2 aprile con il risultato di 76 a 98.

Niccolò Melli vola al Fenerbahce

Nel frattempo sfuma uno dei grandi obiettivi di mercato per la prossima stagione. Infatti non ci sarà il ritorno di Niccolò Melli all’Olimpia Milano. L’azzurro ha giocato una stagione strepitosa con la maglia del Bamberg, affermandosi come uno dei migliori lunghi d’Europa. La sua annata è stata talmente positiva che sulle sue tracce si è mosso il Fenerbahce. A riportare la notizia è stata la Gazzetta dello Sport. D’altronde l’Olimpia non può competere contro corazzate come quella turca. Curiosità vuole che Melli sia il secondo giocatore italiano che il Fener soffia all’Olimpia Milano. Due anni fa Gigi Datome era il grande obiettivo del mercato milanese ma l’EA7 fu battuta dai dollari offerti dai turchi. L’ex Boston Celtics al ritorno in Italia preferì soldi e una chance alla vittoria dell‘Eurolega. Ora il suo esempio è stato seguito da Niccolò Melli. Milano ha comunque il suo n.4 titolare: si chiama Dada Pascolo.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •