Simone Pianigiani Olimpia Milano: tifosi infuriati sul web

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

simone pianigiani olimpia milano

La Gazzetta dello Sport ha pubblicato la notizia che il binomio Simone Pianigiani Olimpia Milano è in via di definizione. L’ex C.T. della nazionale italiana ha sul piatto un’offerta triennale da parte del club meneghino. L’unico ostacolo è rappresentato dall’ultimo anno di contratto che il coach ha con l’Hapoel Gerusalemme, ma se la volontà di Pianigiani sarà quella di tornare in Italia verrà trovato un accordo. L’ex guida della Montepaschi Siena è stata una scelta di Livio Proli. Il presidente dell’EA7 Emporio Armani lo ha scelto perché conosce il campionato italiano e ha già lavorato con alcuni dei giocatori che saranno riconfermati nella prossima stagione. Andrea Cinciarini era il playmaker titolare della nazionale di Pianigiani; Davide Pascolo esordì con la casacca azzurra nell’estate del 2014; Awudu Abass e Simone Fontecchio sono giovani nel giro delle nazionali da diversi anni e l’ex allenatore della Mensana ha fatto crescere anche le squadre giovanili.

Simone Pianigiani Olimpia Milano: tifosi arrabbiatissimi

Ma il binomio Simone Pianigiani Olimpia Milano proprio non va giù ai tifosi biancorossi. Sui vari gruppi Facebook e su Twitter è stato lanciato l’hashtag #NoPianigiani. I motivi dell’astio nei confronti dell’attuale allenatore dell’Hapoel Gerusalemme sono molteplici. Il principale è quello di essere uno dei simboli del sistema Minucci che per anni ha infangato la pallacanestro italiana. I supporters biancorossi fanno presente che Pianigiani ha sempre fallito dopo esser andato via da Siena. Difficile darli torto, a partire dal clamoroso tonfo alla guida del Fenerbahce. In Turchia poté contare sui pretoriani Bo McCalebb, David Andersen, Romain Sato e su talenti come Bojan Bogdanovic, Mike Batiste, Emir Preldzic, tutti pagati a suon di euro. L’avventura in Turchia durò solamente fino al febbraio del 2013, quando si dimise dopo soli nove mesi dall’inizio della propria esperienza ad Istanbul. Da allora Pianigiani si è dedicato full time alla nazionale italiana, creando un grande gruppo e ricostruendo una squadra a pezzi dopo la fine dell’era Recalcati. Il punto più alto toccato dagli azzurri sotto la guida del classe 1969 è stato il percorso netto alle qualificazioni ad Eurobasket 2013 durante l’estate dell’anno precedente. Ma al grande appuntamento (Eurobasket 2013 e 2015) l’Italia ha sempre fallito, venendo eliminata in entrambe le occasioni dalla Lituania di Mantas Kalnietis. Nel giugno 2016 Pianigiani firmò un biennale con l’Hapoel Gerusalemme con cui a inizio stagione ha vinto la supercoppa israeliana. Attualmente Amar’e Stoudemire e compagni sono sul 2-2 nella serie contro l’Ironi e chi vincerà gara 5 si qualificherà per le Final Four. Sicuramente Livio Proli sta rischiando molto con la creazione del binomio Simone Pianigiani Olimpia Milano, contraddicendo alcune delle sue dichiarazioni datate 2015: “Nessuno tiene conto che abbiamo perso con Siena che barava“. E cosa fa il presidente dell’EA7? Va ingaggiare proprio il secondo simbolo, dietro a Ferdinando Minucci, di quella squadra che, appunto, barava. Questa operazione ha mandato su tutte le furie i tifosi dell’Emporio Armani Milano, da sempre piuttosto critici nei confronti del n.1 della società lombarda. Di certo con il binomio Simone Pianigiani Olimpia Milano, Livio Proli si gioca tutto il suo futuro alla guida della società più scudettata del basket tricolore.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •