Virtus Bologna: Pietro Aradori-Alessandro Gentile, voglia di scudetto

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

virtus bologna

La Virtus Bologna è la squadra neo-promossa dalla serie A2 ma non è troppo dire che sarà una delle candidate alla vittoria dello scudetto.  Infatti la formazione bolognese sta facendo le cose in grande per il ritorno nella massima serie dopo un solo anno di purgatorio. Un indizio della potenza economica della Virtus Bologna l’avevamo già avuta pochi mesi fa, ovvero quando la dirigenza convinse Stefano Gentile a scendere di categoria e a rinunciare alla possibilità di lottare per lo scudetto con la Grissin Bon Reggio Emilia (quest’ultima fu eliminata 3-0 al primo turno della Sidigas Avellino). Il primo colpo di mercato delle V Nere è stato Pietro Aradori, che alla presentazione di pochi giorni fa ha dichiarato: “Cercavo una squadra per restarci a lungo, ma questa è una megavilla. A Bologna si sta creando qualcosa di grande, mai avrei pensato di firmare per una neopromossa dalla A2 ma questa è la Virtus“. Il club bianconero ha fatto firmare alla guardia della nazionale italiana un triennale da quasi un milione di euro, strappandolo alla FIAT Torino di Luca Banchi, il quale si era esposto in prima persona dichiarando a “La Stampa”: “Fino a quando non abbiamo avuto la certezza di tesserare Aradori non abbiamo potuto concludere con nessuno. Da oggi in poi modelleremo la squadra attorno alle sue caratteristiche: avrà un ruolo centrale nella creatura che sta crescendo“.

Alessandro Gentile ufficializza la firma con la Virtus Bologna

Pietro Aradori era solo l’inizio perché, come dice una canzone, “Il meglio deve ancora venire”.E il meglio ha un nome e cognome ben precisi: Alessandro Gentile. Il figlio di Nando viene da una stagione traumatica nella quale ha fallito in ben tre squadre: Olimpia Milano, Panathinaikos e Hapoel Gerusalemme. Alessandro era ancora sotto contratto con l’Emporio Armani Milano ma era chiaro a tutti che il matrimonio non sarebbe potuto continuare. Livio Proli ha espresso le parole perfette su questa situazione: “Sarebbe stato meglio dividerci subito. Ora ha bisogno di trovare una squadra dove possa giocare 30 minuti ed essere coccolato. Non possiamo offrirgliela in questo momento“. La Virtus Bologna ha colto la palla al balzo e si è assicurata quello che è, assieme a Gigi Datome, il miglior italiano che gioca in Europa. Sì perché l’ultima stagione non deve trarre in inganno: Ale è un talento in grado di fare la differenza ai massimi livelli europei. Basti pensare che fu il miglior realizzatore dell’Eurolega nella regular season ’15/’16 per quanto riguarda i punti di media (20). Il più piccolo dei figli di Nando ha ufficializzato su Instagram il passaggio alla Virtus Bologna, prima con un piccolo messaggio di ringraziamento all’Olimpia Milano (“Ciao. Grazie di tutto. Buona fortuna“) e poi con lo stemma delle V Nere. L’ex capitano biancorosso coronerà uno dei suoi sogni visto che giocherà assieme al fratello Stefano, al quale è legatissimo. I due Gentile e Pietro Aradori formano una base fortissima e grazie ad essa non è sbagliato dire che la Virtus Bologna si candida prepotentemente alla vittoria dello scudetto ’17/’18. Per farlo dovrà battere la concorrenza dei campioni d’Italia della Umana Reyer Venezia, dell’Olimpia Milano e della Dolomiti Energia Trento.

  •   
  •  
  •  
  •