Supercoppa italiana basket 2017: la vittoria di Milano e le molte indicazioni

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

supercoppa italiana basket 2017

Con la supercoppa italiana basket 2017 è iniziata la stagione cestistica tricolore. A portarsi a casa il trofeo è stata l’Olimpia Milano, che in semifinale ha superato la Dolomiti Energia Trento mentre in finale ha battuto i campioni d’Italia dell’Umana Reyer Venezia. L’EA7 inizia nel migliore dei modi la stagione dopo la disastrosa annata passata. La inizia bene anche Simone Pianigiani, il cui ingaggio non è stato visto di buon occhio (eufemismo) da gran parte dei tifosi dell’Olimpia Milano. In realtà il coach ha trovato un ambiente positivo ed è così riuscito a portare a casa la supercoppa italiana basket 2017. In semifinale l’Olimpia ha battuto Trento, che nelle ultime stagioni è stata la bestia nera del club lombardo visto che l’ha eliminata dai playoff d’Eurocup 2016 e dalla semifinale scudetto 2017. La squadra allenata da coach Buscaglia ha perso dopo soli 13 minuti Jorge Gutierrez, ovvero colui che dovrà essere il faro della formazione trentina in questa stagione, ed è caduta sotto i colpi di Andrew Goudelock. L’ex Los Angeles Lakers ha confermato di essere un grandissimo realizzatore (figura che Milano non aveva più dai tempi di Keith Langford) segnando 24 punti con 7/8 da due e 3/9 da tre punti.

Supercoppa italiana basket 2017: la finale

In finale di supercoppa italiana basket Jordan Theodore ha preso il testimone da Andrew Goudelock. L’ex Banvit è stato un fattore incredibile, mettendo a segno 29 punti con 10/17 da due e 9/11 dalla linea del tiro libero e alla fine è stato premiato come MVP. Goudelock ha trovato comunque il modo di essere decisivo nonostante la nottata con l’influenza che ne ha condizionato la gara. L’ex Maccabi Tel Aviv ha segnato i punti decisivi nell’ultimo quarto che hanno consentito a Milano di respingere la rimonta della squadra allenata da Buscaglia. In finale Simone Pianigiani ha avuto ottime indicazioni anche da Arturas Gudaitis (12 punti e 8 rimbalzi) e da Amath M’Baye, che ben si è calato in un sistema in cui non è più la stella. L’ex Enel Brindisi ha chiuso con una doppia doppia da 14 punti e 10 rimbalzi con un percorso netto (3/3) da dietro la linea del tiro da tre punti. Malino i giocatori italiani: Abass non è sceso in campo, Fontecchio ha commesso due falli in un amen e non è più rientrato, Cusin si è fatto male dopo tre minuti e anche Cinciarini non è stato particolarmente incisivo negli otto minuti in cui ha visto il parquet. Pianigiani nella supercoppa italiana basket 2017 ha preferito rinunciare a Mantas Kalnietis, Zoran Dragic, Kaleb Tarcewski oltre all’infortunato Patrick Young. Preoccupa la situazione di Tarcewski, autore di un precampionato ben al di sotto delle aspettative, tant’è che la dirigenza è dovuta correre ai ripari andando a prendere Gudaitis. Kalnietis era dato in precarie condizioni fisiche (non è una novità quando si trova a Milano mentre con la maglia della Lituania sembra essere un giocatore da NBA) mentre far giocare due partite di fila a Zoran Dragic era assai rischioso dopo il grave infortunio della passata stagione. L’Olimpia si aggiudica il primo trofeo stagionale e domenica inizia il campionato con una sfida impegnativa sul campo della Vanoli Cremona.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •