Pacquiao II, la vendetta: il pugile filippino annuncia il suo ritorno sul ring

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

image-5-for-ricky-hatton-manny-pacquiao-welterweight-title-fight-gallery-224873353
Quella che sembrava una semplice voce, adesso è diventata una notizia certa: Manny Pacquiao farà ritorno sul ring, il prossimo 5 novembre contro lo statunitense Jessie Vargas. E i tifosi di mezzo mondo sono già in fermento. Dopo le informazioni divulgate nei giorni scorsi è stato lo stesso campione di pugilato filippino, 37 anni, ad annunciare il lieto evento, a Manila: “Il match è stato fissato. Ho detto sì alla sfida per il titolo Wbo dei pesi welter contro il campione in carica Vargas -ha detto ieri Pacquiao- “. Il 27enne americano, di origini messicane, il 5 marzo scorso ha conquistato la corona iridata battendo a Washington Sadam Ali e sarà quindi il prossimo avversario di Pacquiao. Si preannuncia un match vibrante, che terrà incollati davanti al televisore milioni di appassionati in tutto il mondo. E gli organizzatori sono già al lavoro.

Aveva fatto scalpore l’annuncio del ritiro di Pacquiao lo scorso 9 aprile, subito dopo la vittoria ai punti  su Timothy Bradley Jr. Una decisione maturata, secondo quanto riferito da Pacquiao, per concentrarsi sulla sua carriera politica. Ora Pacquiao ha cambiato idea e si è detto felicissimo dall’idea di tornare sul ring. Le sue parole sono piene di gioia: “La boxe è la mia passione. Mi mancava quello che ho sempre fatto in palestra e sul ring – ha dichiarato Pacquiao, che è stato detentore di otto titoli iridati in diverse categorie di peso -.
Poi ha aggiunto: “La preparazione la farò nelle Filippine in modo tale da poter proseguire il mio lavoro di senatore”.

potrebbe interessarti ancheBoxe, Pacquiao-Matthysse: polemiche per il cambio di arbitro

Eh si, perchè Pacquiao è stato eletto a maggio ed ha subito avanzato la proposta di ripristinare nel suo Paese la pena di morte. Una presa di posizione che ha sollevato molte polemiche e discussioni non ancora sopite.

Il pedigree del pugile delle Filippine è davvero invidiabile: nella sua carriera sul ring, su 66 incontri disputati, il 37enne filippino ha ottenuto 58 vittorie, di cui 38 per k.o., 6 sconfitte e due pareggi:  Pacquiao è considerato uno dei migliori pugili di sempre, anche se ha perso forse il match più importante della sua carriera, quello con Floyd Mayweather nel 2015 che ne ha solo parzialmente scalfito la fama.

potrebbe interessarti ancheBoxe, Pacquiao Vs Matthysse : dove vedere il match in live streaming,15 luglio 2018

Oggi il pugile corona finalmente un suo sogno, quello del ritorno alle scene pugilistiche mondiali. Eppure qualche avvisaglia di riavvicinamento già c’era stata: un mese fa, a metà luglio, l’agente Bob Arum aveva dichiarato alla stampa che si sarebbe adoperato per il rientro sul ring di Pacquiao compatibilmente coi suoi impegni politici, spiegando che le date del possibile rientro a Las Vegas potevano essere quelle del 29 ottobre o 5 novembre.

Presa di posizione che aveva trovato conferma nelle parole di Michael Koncz, consulente di PacquiaoLa boxe gli manca, gli mancano gli allenamenti, la palestra. Quando si allena è come se si rilassasse, cambia umore, è in un’isola felice. Per questo sto lavorando con Bob e Manny assieme al presidente del Senato per individuare le date giuste”.
Ora, la decisione definitiva. Pacquiao torna a combattere. La scelta che tutti i suoi tifosi si attendevano. Perchè forse, per Pacquiao, il meglio deve ancora venire.

notizie sul temaPacquiao vs KhanPacquiao vs Khan: il big match si allontana?A quasi 38 anni Manny Pacquiao è ancora campione del mondoManny Pacquiao: “In passato ho fatto uso di droghe”
  •   
  •  
  •  
  •