Boxe: Raffaele Di Serio, il nuovo campione di Marcianise

Pubblicato il da Eleonora Belfiore

di serio

Giovane ma determinato.
Ad appena 19 anni, Raffaele Di Serio ha vinto il suo primo campionato italiano assoluto, arricchendo un curriculum che vanta già numerosi traguardi e proseguendo così quella tradizione pugilistica che rende Marcianise una delle capitali italiane del pugilato. Marcianise è un comune di poco più di 40.000 abitanti in provincia di Caserta, la cui notorietà, negli ultimi anni, finalmente è balzata alle cronache non solo per le deplorevoli vicende legate alla criminalità organizzata, ma anche grazie alle imprese sportive dei suoi pugili.
Per i giovani di questo territorio la boxe non è un semplice sport; è soprattutto un’opportunità per sottrarsi alle leggi della strada e della malavita, un’occasione di riscatto sociale. In questa cittadina ci sono numerose palestre. L’ “Excelsior Boxe” presieduta da Alessandro Tartaglione può essere considerata, in un certo senso, la capostipite di questa illustre tradizione. Sotto la guida dei maestri Domenico Brillantino e Antonio Santoliquido, si sono formati campioni del calibro di Tommaso Russo, Domenico Valentino, Clemente Russo, Vincenzo Mangiacapre, solo per citare alcuni nomi. Una tradizione che affonda le proprie radici in un nuovo modo di intendere il pugilato: eleganza dei gesti, intelligenza tattica e voglia di un riscatto che non sembra più così lontano o impossibile, sono le chiavi per il successo di tanti ragazzi.
Ora Raffaele Di Serio è il nuovo “enfant prodige” della scuola di Marcianise, che negli anni ha prodotto campioni famosi a livello nazionale ed internazionale. Di Serio combatte nella categoria dei 56 kg e tra “junior” e “youth” ha conquistato tre campionati italiani. Gli ultimi successi, in ordine cronologico, sono arrivati  lo scorso anno in Polonia, dove si è aggiudicato la corona di campione europeo e poi la sua recente ascesa tra i “senior” andando subito a segno agli assoluti di qualche giorno fa. Come spesso accade, anche lui è entrato nel gruppo sportivo dell’Esercito, dopo aver militato in quello delle Fiamme Oro. La svolta nella sua vita è avvenuta proprio grazie all’incontro con il  maestro Domenico Brillantino, patron dell’ “Excelsior Boxe”, palestra che, come dicevamo, ha sfornato talenti finiti spesso tra i ranghi delle forze dell’ordine o delle forze armate e punto di riferimento per numerosi giovani che si trovano a vivere in una realtà spesso difficile ed avvilente. Di Serio, che  si ispira a Sugar Ray Leonard, ha come prossimi obiettivi due traguardi ambiziosi: i Mondiali di Amburgo del 2017 e le Olimpiadi di Tokyo del 2020.
Nel frattempo, la città di Marcianise celebra i suoi campioni sportivi con un premio che è il simbolo della riconoscenza della comunità per l’impegno ed il messaggio di speranza che questi sportivi
portano avanti. L’amministrazione comunale ed in primis il sindaco Antonello Velardi hanno organizzato per sabato 17 dicembre alle ore 18.00 una kermesse che si terrà nella sala consiliare del municipio, in piazza Umberto I. Durante la manifestazione saranno celebrati  e premiati i marcianisani doc che hanno raggiunto risultati entusiasmanti come titoli nazionali, continentali, mondiali e tantissime medaglie olimpiche, la prima delle quali fu conquistata dall’attuale assessore allo sport Angelo Musone, protagonista di un memorabile successo a Los Angeles nel 1984.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •