Turchi conquista il titolo internazionale WBC

Pubblicato il autore: Matteo Picconi

turchi vs crenz wbc
A Sequals il pugile della Boxe Loreni vince per KOt alla quarta ripresa contro l’argentino Crenz e si aggiudica la sua prima cintura internazionale. Ora si vola per gli States.

Ormai è inarrestabile il percorso tracciato da Fabio Turchi che ieri sera, nella terra del grande Primo Carnera, ha archiviato la pratica Crenz già alla quarta ripresa conquistando il vacante titolo internazionale Silver WBC. Per lui è il primo riconoscimento internazionale ma soprattutto è una sorta di pass per intraprendere un’avventura ancora più importante, quella dei ring statunitensi.

Favorito per la stragrande maggioranza dei pronostici, ieri sera “stone crusher” ha letteralmente abbattuto l’argentino originario di Santa Fe. 37 anni, 33 incontri sulle spalle, Cesar David Crenz ha potuto solo contenere lo “spaccapietre” di Firenze, nonostante le prime due riprese si siano consumate nel segno dell’equilibrio.

Nel corso della prima ripresa i due avversari si studiano, Turchi adotta una difesa solida e comincia a prendere le misure con la sua arma migliore, il montante sinistro. Crenz mantiene la lunga distanza, forte delle sue lunghe leve e dei suoi 195 cm. Il suono del primo gong sancisce una situazione di perfetta parità.

Anche la seconda frazione non riserva grandi emozioni. Turchi mantiene il centro del ring senza sorprendere in maniera decisa un guardingo Crenz che adotta una tattica prudente e attendista, aspettando che il pugile italiano si scopra. Alla fine del secondo round il match ancora non decolla e nessuno dei due pugili ha preso il sopravvento.

La musica cambia a partire dalla terza ripresa. Molto più reattivo, Turchi cerca subito il fegato di Crenz con una serie di montanti. L’argentino risponde con un diretto sinistro ma sarà uno dei pochi colpi andati a segno: Turchi lo centra per due volte allo stomaco con il solito montante mancino. Il pugile toscano ormai è in crescendo e si aggiudica nettamente il terzo round ai danni di un Crenz molto lento e già in affanno.

È il preludio della fine per “el ruso” che all’inizio della quarta ripresa subisce un altro sinistro micidiale di un Turchi ormai deciso a chiudere i conti. Un altro montante al fegato manda l’argentino alle corde prima dell’assalto finale: una terribile combinazione gancio destro alla testa e un montante sinistro sopra la cintura mette Crenz in ginocchio, subito conteggiato dal giudice di gara. Il 37enne si rialza ma un montante destro del pugile italiano lo rimanda a terra. L’asciugamano lanciato dal suo angolo anticipa la fine del conteggio arbitrale. Turchi si aggiudica la cintura internazionale silver WBC per KOt, per lui è l’undicesima vittoria consecutiva dal suo debutto nella boxe professionistica.

Dopo la consegna della cintura verde arriva per Turchi un altro importante premio, il guantone intitolato al beniamino di Sequals, il grande Primo Carnera. Per lui questo successo è solo un antipasto del grande avvenire che lo aspetta. È notizia di questi ultimi giorni la sua imminente partenza verso gli Stati Uniti: la Boxe Loreni ha trovato un accordo con la “The Real Deal Boxing” gestita dal grandissimo Evander Holyfield. Lo stesso pugile fiorentino lo ha confermato in diretta TV nell’immediato post-match: «Ieri ho firmato il contratto che mi lega, per tre anni più due, a Mario Loreni e a una leggenda del pugilato mondiale come Holyfield. Andrò in America, il primo match dovrebbe esserci intorno ai primi di ottobre. Sono molto contento e devo ringraziare Loreni per il grande lavoro che sta facendo per me e che mi sta permettendo di fare delle grandi esperienze».

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •