Boxe, Deontay Wilder Vs Luis Ortiz : Il 3 Marzo in palio il titolo Heavyweight WBC

Pubblicato il autore: Simone Iannnello Segui

Tutti ricorderanno come il “Bronze Bomber” e campione dei massimi Deontay Wilder, abbia dimostrato la sua travolgente forza distruttiva nel suo ultimo incontro. Il povero Bermane Stiverne, ex campione del mondo, è stato brutalmente smantellato dai colpi di Wilder, il quale era così “posseduto”, che dopo il terzo Knockdown su Stiverne è stato fermato solo dall’intervento dell’arbitro, che ha evitato il peggio, prima che l’americano infierisse sul suo rivale ormai tramortito al suolo. Wilder stesso ha affermato di essere stato “posseduto” da una forza mistica e che sia stato solo un caso che quella notte non sia finita in tragedia. Wilder quella notte ha trovato un Bermane Stiverne ormai sulla soglia del ritiro a quasi 40 anni e non più in grado di competere a grandissimi livelli come 2 anni fa. Il prossimo incontro sarà una storia diversa, visto che dovrà affrontare un avversario davvero temibile nella figura del potente cubano Luis Ortiz.

Ortiz, soprannominato “King Kong”, ha reso più volte chiare le sue intenzioni di strappare a Wilder il suo titolo di campione Heavyweight WBC. Ortiz è un vero artista del ring, nonostante la sua massa considerevole si muove agilmente ed è dotato di una tecnica, che molti considerano di gran lunga superiore a quella di Wilder. Il campione dei massimi, non ha mai affrontato nei suoi precedenti 39 incontri nessuno di così pericoloso. Il match tra i due era stato programmato per novembre 2017 ma Ortiz fallì un test antidoping, l’incontro fu cancellato e Stiverne accettò di sostituire Ortiz ma come sappiamo venne annientato da Wilder. Ortiz non superò il test antidoping, per la presenza di un diuretico proibito, perchè spesso utilizzato per nascondere la presenza di sostanze vietate nel corpo. La WBC analizzato il caso, accettò la difesa di Ortiz, che si basava su motivazioni mediche causate dal suo problema di alta pressione sanguigna.

potrebbe interessarti ancheBoxe, Pacquiao-Matthysse: polemiche per il cambio di arbitro

Nell’ottica di Wilder il match con Ortiz deve essere solo il preludio all’incontro per riunificare i titoli della divisione Havyweight, con il vincente tra Anthony Joshua e Joseph Parker dopo il 31 Marzo. Wilder è dotato di  grande potenza, soprattutto nel suo jab e nel suo gancio destro, ama colpire gli avversari con tutte le sue forze lanciandosi su di essi a testa bassa. La forza di Wilder è però accompagnata da una tecnica molto rivedibile per un campione del mondo, non avendo l’americano avuto tanto tempo per affinare la sua tecnica durante il periodo da amatore. Wilder ha infatti deciso di saltare il periodo da amatore e diventare boxer professionista a 21 anni senza aver mai avuto alcuna esperienza nella “nobile arte”. La sua scelta era stata dettata dalla volontà di procurarsi nel modo più veloce possibile denaro per pagare le spese mediche di sua figlia Naieya, che era affetta da una grave patologia alla colonna vertebrale.

Deontay Wilder ha 32 anni e vanta un record perfetto con 39 vittorie e 0 sconfitte, una ratio del 97% di KO. Torreggia all’altezza di 2 metri per 102 Kili come peso ottimale ed ha una “apertura alare” di 211 centimetri. Il suo colpo preferito è il gancio destro ma il suo marchio di fabbrica sono le combinazioni a due mani.

potrebbe interessarti ancheBoxe, Pacquiao Vs Matthysse : dove vedere il match in live streaming,15 luglio 2018

Luis Ortiz è il principe della scuola della boxe cubana, una delle migliori al mondo. Ortiz non è detto a caso”King Kong” ma mostra delle somiglianze con la belva cinematografica. Il suo corpo massiccio si muove con una estrema classe e rapidità sul ring. Ortiz sa che questa è la sua ultima vera possibilità di vincere il titolo mondiale, data l’età ormai avanzata per un boxer, con i suoi 38 anni. Il record del cubano è anch’esso invidiabile, con 28 vittorie e 0 sconfitte e una ratio di KO dell’ 80%. Ortiz è alto 193 centimetri e di solito si presenta sul ring intorno ai 107 Kili. Le sue braccia sono mostruosamente lunghe e superano quelle del più alto Wilder, poichè si allungano per 213 centimetri. La lunghezza delle braccia potrebbe giocare a favore del jab di Ortiz ed esporre Wilder al suo potente sinistro.

Il match si disputerà il 3 Marzo a Brooklyn, New York, nella famosa O2 Arena. Wilder è dato favorito dai bookmakers  ma gli esperti tendono in maggioranza verso un 50% di possibilità per ognuno dei due combattenti. Lo spettacolo del KO sembra però essere assicurato.

notizie sul temaTyson Fury is back! Il 9 Giugno il ritorno sul ringPhil Lo Greco VS Amir Khan, il match oggi 21 AprileAdrian Broner VS Jessie Vargas, il match oggi sabato 21 Aprile
  •   
  •  
  •  
  •