Conte e l’Italia: “Chi non pensa al gruppo resta a casa”. Novità in vista della Croazia

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

conte italia croazia

potrebbe interessarti ancheAmichevoli Inter estate 2019, il calendario completo dei match dei nerazzurri: si parte per l’Asia

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Antonio Conte, Commissario Tecnico dell’Italia, ha tenuto a ribadire alcuni concetti che da sempre contraddistinguono la sua carriera di allenatore. “La Nazionale è una squadra e chi pensa soltanto a sé stesso per me rimane a casa. In Nazionale la parola d’ordine è ‘noi’. Rappresento l’Italia, sono l’allenatore di tutti. Ma se ci sarà bisogno di andare in guerra non mi tirerò indietro. Difendo sempre il mio gruppo. E mi piace che intorno alla Nazionale ci sia nuovamente entusiasmo. Spero che sia contagioso e che serva a riempire San Siro contro la Croazia perché sarà dura. L’obiettivo, adesso, è dare certezze ai giocatori per arrivare a qualificarci all’Europeo. Dopo valuteremo pro e contro. Avremo un mese di tempo per lavorare e creare una macchina da guerra. Magari, a quel punto, cercheremo un’evoluzione tattica. Ciò che conta è l’interpretazione del modulo, la voglia di evolversi. Il 3-5-2 è troppo difensivo e non funziona in Europa? Luoghi comuni. Guardo tanto calcio straniero e dico che a livello tattico siamo i più bravi. Ma bisogna migliorare l’intensità negli allenamenti. Perché se un giocatore si allena piano, va piano anche la domenica”. La testa è già alla partita del 16 novembre contro la Croazia: “Nella prossima convocazione vedrete qualche giocatore nuovo. La Croazia è la rivale più forte del girone e ci servirà a capire, dopo 4 vittorie, dove siamo. L’importante è la continuità, perché vincere aiuta a vincere”, ha concluso il Commissario Tecnico.

potrebbe interessarti ancheInter, Lewandowski torna di moda? Il Bayern ci pensa, Werner può sbloccare la situazione

notizie sul temaMondiali pallanuoto, Italia-Giappone 9-7: gli azzurri soffrono ma alla fine vincono contro un avversario mai domoCalciomercato Inter: non solo Lukaku, giorni decisivi per DzekoInter, Marotta vuole accontentare conte su Lukaku: assalto per l’attaccante belga
  •   
  •  
  •  
  •