Italia-Croazia: nessun rinvio

Pubblicato il autore: Paola Toscani Segui

san siro

potrebbe interessarti ancheTetrathlon. Campionato Italiano Assoluto

Torna il sereno su Milano: la città, piegata in due dal nubifragio di ieri, è osservata speciale in vista della partita tra Italia e Croazia, che guida con gli azzurri il girone H di qualificazione a Euro 2016. Il sopralluogo effettuato questa mattina sul terreno di San Siro ha confermato le previsioni dei responsabili dello stadio: il terreno ha perfettamente drenato la forte pioggia di ieri, aiutata anche dal timido sole spuntato in mattinata. L’ipotesi di rinvio della partita avanzata dal ct croato Kovac non ha dunque al momento motivo di esistere. Anche le vie di accesso allo Stadio Meazza sono libere dall’acqua per l’eccesso dei 63mila spettatori previsti, anzi restano ancora biglietti disponibili e l’affluenza alla partita Italia-Croazia potrebbe anche essere maggiore. Intanto, la Federcalcio resta in contatto con le autorità di Genova per monitorare la complessa situazione del capoluogo ligure dopo l’alluvione in vista di Italia-Albania di martedì. Dunque si giocherà, è stato il verdetto del Prefetto, sebbene la squadra ospite non sia ancora in grado di raggiungere la Liguria a causa del maltempoE Conte interviene ancora sul rientro a casa di Balotelli. “Le valutazioni su Balotelli me le tengo per me. Sono le stesse per Cerci. Ma ora basta”. E’ secca la risposta di Antonio Conte sul ritorno a casa dell’attaccante azzurro a poche ore dalla partita Italia-Croazia. “La questione degli infortuni – ha aggiunto il ct nell’intervista alla Rai, parlando del ritorno a casa di Verratti e Balotelli – effettivamente c’è: sono troppi. Ne ho parlato con Castellaci, la prossima volta staremo più attenti, e non faremo certe convocazioni”. Si dice “in ansia” il presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio. “Pur non sapendo io che la Croazia è un paese di soli 5 milioni di abitanti, so che abbiamo davanti una nazionale storicamente forte, e la partita sarà molto importante. Possibilmente bisogna vincere, e non perdere”, ha detto Tavecchio a margine della presentazione dei nuovi advisor della Figc, incorrendo in un lapsus quando gli è stato chiesto di dare un voto all’Italia di Conte. “Io parto dal Venezuela – ha detto riferendosi alla disfatta maturata contro Costa Rica e Uruguay in Brasile -: i giocatori, chi più chi meno, sono quelli quindi Conte ha fatto un buon lavoro. Hanno fatto quattro partite e altrettante vittorie, cosa si vuole di più dalla vita?”.

potrebbe interessarti ancheQualificazione Euro 2020; Liechtenstein-Italia 0-5 (Video Highlights): ottava sinfonia azzurra con goleada

 

notizie sul temaLiechtenstein-Italia: streaming e diretta tv Rai 1, dove vedere qualificazioni Euro 2020 15 ottobreGalles-Croazia 1-1 (Video gol highlights): Bale risponde a VlasicItalia stacca il pass per Euro 2020: il ritorno sui grandi palcoscenici
  •   
  •  
  •  
  •