Risultati Bundesliga: Robben scatenato, il Bayern dilaga ad Augsburg

Pubblicato il autore: Matteo Agostini Segui

Augsburg BayernIl sabato della quindicesima giornata di Bundesliga vedeva il Bayern capolista impegnato nel derby bavarese sul campo dell’Augsburg, terzo in classifica. Non si fermano più gli uomini di Guardiola che non solo superano l’ostacolo ma addirittura passeggiano sui cugini grazie ad un’impressionante prova di forza nel secondo tempo: il risultato è uno schiacciante 0-4 che laurea il Bayern campione d’inverno con due giornate di anticipo. Il match resta in bilico nel primo parziale con il Bayern che fa la partita ma corre qualche rischio in contropiede; allo scadere Neuer deve uscire sulla trequarti e salvare la propria porta con un tackle provvidenziale su Werner, eseguendo l’ennesima spettacolare giocata da libero. Nella ripresa però il Bayern confeziona l’uno-due che chiude l’incontro bruscamente: dopo un paio di gol sbagliati (l’ex juventino Manninger fa un miracolo su una zuccata di Xabi Alonso) al minuto 58 è Benatia a siglare il vantaggio svettando di testa su un calcio di punizione di Ribéry da sinistra. Passa appena un minuto e Robben raccoglie al limite dell’area un cross sempre di Ribéry sporcato da Rode, si sistema la palla sul sinistro e batte Manninger con l’ormai classica conclusione a giro sul palo lontano, un colpo che l’olandese esegue con tale naturalezza che potremmo tranquillamente ribattezzarlo “alla Robben”. La partita è ormai chiusa, ma il Bayern non ha intenzione di fermarsi: al 68′ Lewandowski trova la settima rete in campionato, con un destro rasoterra precisissimo, un colpo da biliardo dal limite che s’insacca alla destra di Manninger schioccando un bacio al palo. Dopo tre minuti si ripete Robben: stavolta l’iniziativa è di Rafinha, l’olandese riceve in area e nasconde la palla ai difensori prima di colpire rasoterra con il sinistro, trovando l’angolino. A questo punto il match non ha più nulla da dire, con l’Augsburg sparito dal campo e il Bayern che continua comunque a collezionare occasioni. Al fischio finale, i rossi di Guardiola (oggi in maglia nera) salgono a quota 39 e distanziano per il momento il Wolsfburg di 10 lunghezze. Il titolo parziale di Herbstmeister va a Monaco per il quarto anno di fila: primo sigillo ad un campionato che somiglia sempre più ad un monologo di una squadra troppo superiore a tutte le altre.

potrebbe interessarti ancheArjen Robben, l’ultimo canto dell’uomo di cristallo
potrebbe interessarti ancheBayern Monaco, si chiude l’epoca del duo Robben-Ribéry: entrambi lasceranno i bavaresi a fine stagione. Possibile un loro futuro in Serie A?

notizie sul temaArjen Robben, dubbi sul futuro: Qatar, Cina e USA alla finestraolandaMondiali 2018, da Hamsik a Robben: ecco chi non ci sarà in RussiaBayern Monaco, Ancelotti sulla graticola. Robben: “Meglio non commentare”
  •   
  •  
  •  
  •