Ricavi da diritti tv: le regine sono Barcellona e Real Madrid poi la Premier

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

diritti tv

Oggi sono i diritti tv che decidono la forza e la grandezza di un campionato di calcio e secondo la ripartizione per il campionato 2014/15 è la Premier League che ne ricava il maggior numero di milioni complessivamente. Sono però le due squadre più importanti della Liga, Barcellona e Real Madrid, a prendere il primo e il secondo posto di questa speciale classifica. Il Barcellona, fresco detentore del triplete 2014/2015, è la squadra che guadagna di più con 160 milioni di euro ricavati dai diritti tv, il fascino blaugrana e l’aver in rosa giocatori come Messi e Neymar contribuisce ad essere la squadra più ricca. Al secondo posto ci sono gli storici rivali dei catalani, il Real Madrid, con 156,8 milioni. Le merengues hanno sofferto la supremazia dei blaugrana soccombendo sia in campionato sia in Champions, eliminati dalla Juve in semifinale. In Liga dietro queste due potenze c’è il vuoto a significare che il campionato spagnolo è solo Barcellona e Real Madrid. Dal terzo al decimo posto per gli incassi dei diritti tv sono tutte formazioni della Premier League. Al terzo posto c’è il Chelsea di Mourinho con 138,6 milioni a conferma di come i Blues siano la migliore formazione britannica sia sul campo con la vittoria del campionato sia in ambito finanziario.

potrebbe interessarti ancheBarcellona-Valencia 1-2 (Video Gol Highlights): Gameiro-Rodrigo, Marcelino alza la coppa

Giù dal podio ci sono le due formazioni di Manchester. Il Manchester City è davanti con 137, 9 milioni a dimostrazione come negli ultimi anni abbia superato sia sul campo sia come appeal ai cugini dello United che seguono al quinto posto con 135, 5. Ma in questa stagione le due formazioni non hanno raggiunto gli obiettivi di inizio campionato. Al sesto posto compare l’Arsenal, fresca vincitrice della Community Shield ai danni del Chelsea, dai diritti tv incassa ben 135, 1 milioni, a seguire i Reds di Liverpool con 129,9 che ha salutato il suo storico capitano Steven Gerrard e ha già messo alla porta l’attaccante italiano Mario Balotelli. All’ottavo posto della classifica dei diritti tv è ancora una formazione inglese e sono i londinesi del Tottenham con 124, 3 milioni, che quest’anno si sono classificati per l’Europa League. Al nono e decimo posto ci sono due vere sorprese e si tratta del Southampton di Pellè e dell’Everton. La prima è al nono posto con una somma di diritti tv che arriva a 115, 6, mentre i blu di Liverpool chiudono la top ten con 112, 8 milioni di euro.

E le italiane? E il Bayern Monaco?

Sono ben al di sotto delle cifre che guadagna la Premier League, ma nonostante questo il campionato di serie A compare al secondo posto per campionati per i diritti tv. Infatti se la Premier ad incassi è inarrivabile, basti pensare che squadre come Sunderland e Aston Villa guadagnano molto di più della Juventus (94 milioni), la squadra italiana che ha più incasso ricavato dai diritti tv. E il Bayern Monaco invece soffre del poco appeal del campionato tedesco e incassa dalle tv solamente 50, 6 milioni di euro. Ancora peggio per la regina di Francia, il Psg di Ibrahimovic che nonostante i milioni arabi del suo proprietario riceve solamente 45, 5 milioni dai diritti tv.

potrebbe interessarti anchePartite DAZN 25 maggio: nel pomeriggio Frosinone-Chievo, in serata Benevento-Cittadella e Barcellona-Valencia

Incassi da diritti tv, la Serie A al secondo posto

Se parliamo invece di campionati nel suo insieme è la Premier League la regina dei diritti tv con una cifra complessiva di 2247, 3 milioni, al secondo posto il campionato italiano con 837 milioni, al terzo posto la Liga spagnola con 760, 2 milioni, a chiudere la Bundesliga con 579, 4 e la Ligue 1 con 467,9. Nonostante i risultati a livello di competizioni europee scarseggiano, anche quest’anno nessuna squadra inglese ha superato gli ottavi di Champions League, la Premier riesce ancora ad attirare il maggior numero di televisioni che seguono e cercano questo campionato, anche per il fatto che il livello delle squadre minori è elevato rendendo lo stesso molto divertente e spettacolare. Da segnalare che a differenza del nostro campionato di serie A, la Premier mostrerà in tv solo il 43% delle 380 partite del campionato inglese. La maggior parte delle partite sono dunque visibili solo allo stadio, e questo incentiva ovviamente il pubblico a comprare biglietti e abbonamenti per vederle dal vivo, cosa completamente scomparsa per la nostra Serie A.

Il secondo posto va alla Serie A che si distanzia da quello spagnolo, troppo alto il divario tra la terza classificata e le due regine di Spagna lo rendono meno appetibile di quello italiano che a differenza di quello inglese ha una diversa suddivisione degli introiti. Infatti la Juventus incassa il quadruplo dell’Empoli che è all’ultimo posto di questa speciale classifica, mentre il Chelsea solo 1.52 volte di incasso maggiore dell’ultima, il QPR. Sul gradino più basso di questo virtuale podio la Liga, grazie a Barcellona e Real Madrid l’interesse per questo campionato resta alto e in continua crescita, nonostante il divario che ogni stagione le due squadre hanno sulle avversarie. Basti pensare al recente accordo che la tv belga ha sottoscritto con la Liga per trasmettere l’intera stagione del campionato spagnolo. A chiudere la Bundesliga e la Liga 1 che ancora non riescono a far crescere il loro mercato. Infatti sorprende che una squadra come il Bayern Monaco o il Borussia Dortmund o il Psg guadagnino meno di formazioni come il Sunderland, la Lazio.

notizie sul temaMessi: “Contro il Liverpool non siamo stati competitivi, Valverde? Spero che resti”Finale Coppa del Re Barcellona Valencia in diretta 25 maggio dalle 21Calciomercato Juventus, dalla Spagna: Ramos vuole lasciare il Real, Ronaldo lo vuole alla Juve
  •   
  •  
  •  
  •