Valbuena e il ritorno al Vélodrome: paura e delirio a Marsiglia

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

valbuena

Che i tifosi del Marsiglia non avessero la memoria corta era fatto ben noto a Mathieu Valbuena, ma che la notte del Vélodrome si sarebbe trasformata in un incubo non se lo sarebbe mai aspettato.
Otto stagioni nel Olympique Marsiglia da protagonista, 325 presenze e 37 gol in biancoceleste, un attaccamento alla maglia che lo aveva consacrato come idolo della tifoseria tanto da ritirare la sua maglia numero 28 dopo il passaggio alla Dinamo Mosca.
Poi in estate il passaggio ai rivali del Lione: inutile dire che a Marsiglia non l’hanno presa benissimo, con il club che reso di nuovo disponibile la maglia ritirata poco più di un anno fa.

IL TRADITORE – I marsigliesi non usano parole dolci, e già all’inizio della gara il piccolo Valbuena capisce che saranno novanta minuti durissimi. “I veri marsigliesi giocano soltanto per l’OM, non sei nient’altro che un traditore”, il primo avvertimento è servito.
Anche in campo si scatena una vera caccia all’uomo, oltre che alla testa si punta alle gambe di Mathieu. Tant’è che Alessandrini poco prima dell’intervallo decide di lasciargli un ricordo dei suoi tacchetti, e si prende un rosso meritatissimo.

potrebbe interessarti ancheBalotelli: tra Super Mario ed eterno incompiuto alla ricerca della consacrazione

striscione.valbuena.marsiglia.2015.690x399                           (lo striscione della curva marsigliese all’indirizzo di Valbuena)

<< Sarà un grande piacere tornare a Marsiglia, è la prima volta che entrerò al Vèlodrome da avversario. Non l’avrei mai immaginato, ma il calcio regala sempre queste sorprese. Sono sicuro che i veri tifosi del Marsiglia mi accoglieranno bene >>, aveva detto Valbuena qualche giorno prima della partita. Peccato che si sbagliasse.

potrebbe interessarti ancheLazio-Marsiglia 2-1 (Video Gol Highlights): Parolo e Correa portano i biancocelesti ai sedicesimi

MATCH SOSPESO – A rincarare la dose di odio verso il “traditore” ci ha pensato un fantoccio con le sembianze dell’ex Om con tanto di corda attaccata al collo, giusto per rimanere sul sottile. E nella ripresa in campo vola di tutto all’indirizzo di Valbuena: accendini, oggetti, fumogeni. E dopo 15′ l’arbitro Buquet ha deciso di sospendere il match sull’1-0 per il Lione. Poi dopo mezz’ora la gara è ricominciata nello stesso clima indemoniato, e il Marsiglia è riuscito a trovare il gol del pareggio dopo la lunga sospensione.
Inutile dire che Valbuena a fine partita fosse scosso e dispiaciuto, ma si sa: i marsigliesi non perdonano nulla, figuriamoci i tradimenti.

manichino.valbuena.marsiglia.20151.356x237

(il manichino con le sembianze di Valbuena)

notizie sul temaEuropa League, Lazio-Marsiglia: Lulic indisponibile, in attacco ballottaggio Immobile-CaicedoLazio-Marsiglia streaming gratis e diretta tv, Europa League oggi dalle 18.55Marsiglia-Lazio 1-3 (Video Gol Highlights): i biancocelesti espugnano il Velodrome. Decidono Wallace, Caicedo e Marusic
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: