Premier League: Arsenal in vetta, Mou espulso nel derby perso dal Chelsea

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista Segui

wenger-111Un sabato importante quello che è andato in scena sui campi della Premier League, dove l’Arsenal di Arsene Wenger ha battuto in casa per 2-1 l’Everton. Grazie a questo successo i Gunners si prendono la testa della classifica con 22 punti in 10 giornate, sopravanzando di una lunghezza il Manchester City impegnato domani nella partita di cartello della domenica e dell’intero weekend calcistico d’oltremanica: il derby contro il Manchester United. Al terzo posto si piazza momentaneamente e non senza destare sorpresa il West Ham di Slaven Bilić, capace di imporsi 2-1 in casa contro un Chelsea che scivola ulteriormente nel baratro di una crisi difficilmente spiegabile. Il derby londinese è stato caratterizzato da notevoli polemiche di marca Blues per alcune decisioni controverse prese dalla terna arbitrale guidata da Jonathan Moss, che ha prima allontanato dalla panchina un collaboratore di Josè Mourinho (Silvino Louro) e poi espulso lo stesso tecnico portoghese, che stando a quanto filtra da Upton Park avrebbe cercato di irrompere negli spogliatoi riservati ai giudici di gara durante l’intervallo. Sorride invece il Leicester di Claudio Ranieri, che con l’1-0 firmato dal solito nazionale inglese Vardy ha regolato il Crystal Palace e agganciato momentaneamente il Manchester United al quarto posto con 19 punti, confermandosi la sorpresa di questa prima parte di Premier League.

Arsenal-Everton 2-1

Dopo quasi due anni dal febbraio del 2014 l’Arsenalritorna a guardare tutti dall’alto in Premier League. I ragazzi di Wenger dovranno aspettare la giornata di domani ed il derby di Manchester per vedere confermato il primato raggiunto, ma è inequivocabile il messaggio lanciato dai Gunners al campionato, nella settimana del fondamentale successo contro il Bayern Monaco in Champions League. La capacità di gestire agevolmente il doppio impegno con una rosa giovane e meno esperta delle concorrenti è l’ineludibile banco di prova sul quale misurare la concretezza delle ambizioni di vittoria dell’Arsenal, che negli ultimi anni ha più volte pagato dazio nel triplo impegno settimanale. La vittoria sull’ottimo Everton, rimasto caparbiamente in partita fino alla fine per sfruttare eventuali distrazioni post Champions dei padroni di casa, certifica le legittime aspirazioni dei londinesi a contendere il titolo alle due di Manchester. E’ bastato l’uno-due firmato da Giroud e Koscielny tra il 36′ ed il 38′ del primo tempo per battere i Toffies, che dopo averla riaperta al 43′ della stessa frazione con Barkley ha giocato un secondo tempo gagliardo, rischiando qualcosa in campo aperto contro Ozil e Sanchez ma andando vicino al pareggio. Nella ripresa Giroud, il migliore dei suoi, ha colpito in pieno la traversa su assist di Ozil, fallendo il gol che avrebbe chiuso la gara. Anche la squadra di Martinez può recriminare per una traversa colpita di testa da Lukaku, lasciato colpevolmente solo in una delle rare distrazioni difensive dell’Arsenal. Decisivi i portieri: da un lato Howard, che su entrambe le reti ha sbagliato le uscite in area; dall’altro Cech, decisivo su Lukaku e Deulofeu nel finale.

potrebbe interessarti ancheRoma su Mustafi, i giallorossi vogliono il difensore dell’Arsenal

West Ham-Chelsea 2-1

Perde ancora il Chelsea di Mourinho, che dopo dieci giornate di campionato resta ancorato al quindicesimo posto in classifica con 11 punti, col rischio di aggancio da parte della storica matricola Bournemouth, impegnata domani in casa contro il Tottenham. Non c’è dubbio sul fatto che la coda di polemiche generata dalle decisioni dell’arbitro Moss si protrarrà a lungo in Inghilterra, dove l’attenzione alle intemperanze di Mourinho cresce in misura direttamente proporzionale alle difficoltà dei Blues. La partita è stata decisa dai gol dell’ex Lazio Zarate e dell’ex Liverpool Carrol, intramezzati dalla rete del momentaneo pareggio di Cahill. Il Chelsea, in 10 contro 11 dalle fasi finali del primo tempo, ha provato a resistere in inferiorità numerica e trovato il pareggio in mischia col difensore ex Bolton, dopo che Zarate aveva sbloccato con un destro potente calciato di contro balzo sul primo palo. Nel finale decide il neontrato Carroll con la specialità della casa: stacco imperioso e colpo di testa in sospensione nell’angolo. Gli episodi che hanno fatto infuriare la panchina del Chelsea, oltre al doppio giallo a Matic, si sono succeduti tra il 35′ ed il 43′ del primo tempo: colpo di testa di Zouma salvato sulla linea da Lanzini, sembra gol ma la gol line technology dimostra incredibilmente  che il pallone non ha varcato interamente la linea per pochissimi centimetri; fuorigioco dubbio fischiato a Fabregas, che batte in rete con un destro ad incrociare che si insacca nell’angolo alla destra del portiere. La reazione di Mourinho nell’intervallo testimonia la gravità del momento attraversato dal Chelsea, una squadra che appare lontana parente di quella capace di imporsi in Premier League l’anno passato. Il rendimento di Hazard e Diego Costa è decisamente calato, dietro nella non più verdissima coppia Terry-Cahill qualche automatismo è saltato e in generale la squadra è caratterialmente più fragile ed insicura, immagine di un gruppo che sembra palesemente non recepire più gli impulsi lanciati da Josè Mourinho, che le sta provando davvero tutte per dare una scossa ad una stagione nata male, con la sconfitta in Community Shield contro l’Arsenal a Wembley (primo successo di Wenger su Mourinho), e proseguita addirittura peggio, se possibile, con cinque sconfitte in dieci gare di Premier League.

potrebbe interessarti ancheStreaming Chelsea-Leicester: orario e dove vedere il match, oggi, 18 agosto

Altri risultati:

Leicester-Crystal Palace 2-1
Norwich City-West Bromwich Albion 0-1
Stoke City-Watford 0-2
Aston Villa-Swansea City 1-2

notizie sul temaArsenal-Burnley 2-1 (Video Gol Highlights): Lacazette ed Aubameyang firmano la seconda vittoria consecutiva dei gunnersSupercoppa Europea: vittoria Liverpool ma insulti razzisti al “blues” AbrahamLiverpool-Chelsea 2-2 (5-4 dcr): Supercoppa Europea ai Reds! (video highlights)
  •   
  •  
  •  
  •