FIORENTINA: i numeri di un’involuzione

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui
?????????????????????????????????????????????????????????

Dopo la batosta di Empoli, la Fiorentina cerca di ripartire nuovamente, intanto dal morale, in vista della gara casalinga contro il Sassuolo. L’involuzione della viola si nota sia dai risultati sia dal gioco: le statistiche tra andata e ritorno sono impietose ma evidenziano un grande cambiamento(purtroppo in peggio) della squadra di Sousa. Nel girone di andata dopo 13 partite aveva 28 punti; nel girone di ritorno allo stesso punto i punti sono appena 18. E’ vero che la Fiorentina ha diminuito il numero di sconfitte (sono tre contro le cinque con cui aveva concluso il girone di andata ) ma è anche vero che dopo tredici gare le sconfitte erano sempre tre come adesso. Il numero delle vittorie è diminuito drasticamente: nel girone di andata ne arrivarono ben 12 su 19 gare, e di pareggi assai pochi: solo due: con l’Empoli ( rimonta dallo 0-2 ) e col Sassuolo la settimana successiva.  Nel girone di ritorno sono state solamente quattro: contro il Torino, contro il Carpi, l’Inter e l’Atalanta. I pareggi sono aumentati in maniera esponenziale: da 2 si è passati a 6.  Per rendere il bilancio quasi in pareggio la Fiorentina dovrebbe vincere le restanti sei gare: il problema è che una di queste è contro la Vecchia Signora: dubitiamo altamente che fra due settimane lo scudetto sia matematico. L’attacco ha subito un’involuzione non da poco: se nel girone di andata le reti erano state ben 37, adesso sono solamente 14. Leggermente meglio è andata con la difesa, con quattro reti in meno subite: 15 contro 19: bisogna però considerare che le gare in questione sono meno. Il numero 9 della viola ha numeri impietosi, se confrontiamo andata e ritorno:  una sola rete a Bergamo contro le dieci del girone di andata. Il capocannoniere della squadra è però Ilicic, che ha una rete in più (12) ma ha tirato sette volte dal dischetto: Kalinic mai. Babacar (infortunato, difficile torni prima della fine del torneo) ha segnato cinque volte, ma mai nel girone di andata. Due reti per Zarate, che però nel girone di andata non c’era. Mancano sei partite alla fine di questo campionato e ci sono 18 punti: se vincesse tutte le gare (molto difficile ) chiuderebbe a quota 56. Nella passata stagione la Fiorentina chiuse a 64 e a questo punto del torneo era a quota 49 ed era reduce dalla sconfitta interna col Cagliari (era la terza sconfitta di fila) dopo ci fu il ko di Torino sponda Juventus, prima di un filotto di cinque vittorie consecutive che la portarono al quarto posto. Allo stato attuale delle cose il quarto posto è ancora possibile, specie pensando alla prossima gara dell’Inter ( in casa contro il Napoli), ma ci dovrà essere una svolta immediata. La squadra di Di Francesco ha accusato una leggera flessione ma, vista la forma della Fiorentina non c’è da stare tranquilli. Poi si andrebbe ad Udine: i friulani sono quasi salvi, ma sono in ascesa, nonostante il ko di Genova. E’ la volta della gara contro la Juventus, con i bianconeri lanciatissimi e imbattuti da tempo immemorabile: oggi come oggi è dura pensare concedano anche un pari. Si andrebbe poi a Verona, sponda Chievo: Maran è salvo ma non lascerà campo facilmente. Si chiuderà in casa col derelitto Palermo ( mentre scriviamo è tornato Ballardini al posto di Novellino ) e a Roma sponda Lazio. In teoria cinque gare su sei sono abbordabili: ora sta ai giocatori e anche a Sousa dare la spinta decisiva.

 

potrebbe interessarti ancheSpal-Fiorentina streaming Dazn e diretta TV Serie A, dove vedere il match oggi 17/02

MASSIMILIANO GRANATO

potrebbe interessarti ancheFiorentina, Lafont para le polemiche: porta viola blindata con il Donnarumma francese

notizie sul temaAlberto Malusci su SuperNews:”Lafont è un portiere di grande prospettiva. Europa League? Sono ottimista ma temo l’Atalanta”Sassuolo-Juventus, la prestazione negativa di Consigli fa discutere: l’ironia di Varriale su TwitterCesari su Mazzoleni: “Era rigore, Szczesny colpisce prima il calciatore poi la palla”
  •   
  •  
  •  
  •