Alla Chapecoense la Copa Sudamericana, è ufficiale. Gudjohnsen si propone su Twitter

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Chapecoense, Gudjohnsen si propone:” Se serve ci sono, vorrei giocare ancora con Ronaldinho” l’islandese e il Gaucho potrebbero riunirsi con la maglia del Chape, dopo aver giocato insieme nel Barcellona.

chapecoense

Chapecoense, assegnata ai brasiliani la Copa Sudamericana

Continuano gli attestati di solidarietà verso la Chapecoense, la squadra brasiliana protagonista della sciagura di Medellin dello scorso 28 novembre. Dopo Ronaldinho e Riquelme anche altri giocatori si stanno offrendo di giocare anche gratis con la maglia del Chape, ultimo Eidur Gudjohnsen. Il calciatore islandese ha infatti postato su Twitter il suo desiderio di dare una mano alla Chapecoense, proponendosi di giocare.

potrebbe interessarti ancheChapecoense che impresa. A un anno dalla tragedia, ecco la qualificazione alla Copa Libertadores


 Il 38enne islandese, che con la sua nazionale ha preso parte a Euro 2016 dove l’avventura dell’Islanda si è conclusa nei quarti di finale, è tuttora in attività e gioca in India nel Pune City, ma a quanto pare sarebbe pronto a trasferirsi in Brasile. Gudjohnsen tra il 2006 e il 2009 è stato compagno di Ronaldinho nel Barcellona, i due potrebbero rigiocare insieme nella Chapecoense, squadra che deve essere interamente rifondata. A proposito di Ronaldinho il fratello procuratore dell’ex Milan e Barcellona ha parlato della possibilità che l’ex Pallone d’Oro possa giocare con il Chape.  “Siamo ancora tutti senza parole perché questi fatti così tragici sono ancora molto recenti – dice -. Ma cercheremo di aiutare e se ci contatteranno potremo parlarne. Di sicuro siamo qui e vorremmo essere d’aiuto”. La Chapecoense non resterà da sola, questo è sicuro, tutto il mondo del calcio di sta mobilitando in favore della squadra brasiliana. Intanto è’ ufficiale la decisione della Conmebol di assegnare la Copa Sudamericana al Chape, così come richiesto dall’Atletico Nacional, squadra colombiana che avrebbe dovuto disputare la finale contro i brasiliani. E’ in assoluto il primo trofeo vinto nella storia del club brasiliano, è davvero assurdo che lo abbiano conquistato così, ma questo è solo il punto di partenza verso la ricostruzione e altri trofei da alzare verso quel cielo dove ci sono gli angeli del Chape.

notizie sul temaTorino ricorda la ChapecoenseIl Torino ricorda la Chapecoense, contro l’Atalanta in maglia verde per beneficenzachapecoenseChapecoense, un anno fa la tragedia che ha spazzato via una squadraRoma-ChapecoenseRoma-Chapecoense 4-1, video gol e highlights. Esordio per Schick e gol di Florenzi, è festa giallorossa
  •   
  •  
  •  
  •