Il nuovo attacco della Nazionale siglato BBI

Posted on by Marco Roberti

NazionaleVanno di moda le sigle, ultimamente. E così se Real e Barcellona si rispondono a colpi di MSN e BBC, qui da noi c’è il blocco storico della Juve e della nazionale Bonucci, Barzagli, Chiellini che aggiunge un’altra B al pacchetto se si conta anche il numero uno dei numeri uno, ovvero Gianluigi Buffon. Ma oltre ormai alla consolidata retroguardia, anche davanti si sta affermando un trio di tutto rispetto, come emerso dall’ultima giornata.

La BBI: Belotti, Bernardeschi, Insigne

Tre giovani, attaccanti, terribili. Belotti, Bernardeschi, Insigne, in rigoroso ordine alfabetico. Loro tre hanno animato l’ultimo turno del 2016 con 4 gol e 1 assist e giocate spettacolari. Il numero 10 viola ha fatto, come si suol dire, la parte del leone con una doppietta e un assist. Contro il Napoli Federico Bernardeschi ha preso per mano la squadra portandola a sfiorare un successo meritato contro la squadra più in forma del campionato. Al Franchi arrivava Mertens con 7 gol in cantiere nelle ultime due partite, ma Bernardeschi non si è fatto intimidire. Nel secondo tempo ha trovato prima il pareggio su una punizione deviata e poi ha fatto stropicciare gli occhi ai suoi tifosi quando, poco dopo il gol proprio di Mertens, ha riacciuffato il pareggio con una progressione palla al piede e un mancino fatato nell’angolino. Ciliegina sulla torta la sventagliata a trovare Mauro Zarate in area di rigore per il momentaneo vantaggio viola. Di fronte a lui c’era proprio Lorenzo Insigne che già nel primo tempo aveva dato un saggio delle sue qualità. Partita difficile, com’è ovvio che sia, e allora Lorenzo il magnifico provvede a metterla sui binari convenienti al Napoli. Solito movimento a rientrare sul destro e tiro a giro di rara precisione che si abbassa mettendo fuori causa Tatarusanu. Precisione e potenza balistica che non hanno nulla da invidiare ai più grandi tiratori d’Europa. Più che un gallo, invece, ieri sera Andrea Belotti è sembrato un toro. Dopo 3 sconfitte consecutive dei granata(in cui però Belotti aveva segnato due gol), contro il Genoa era una partita da vincere per chiudere bene l’anno. Missione compiuta grazie all’ariete: cross in mezzo di Ljajic e spaccata prepotente del numero 9 che gonfia la rete e regala i 3 punti a Mihajlovic.

La BBI nell’attacco della nazionale

In nazionale tutti sono già stati convocati. Ventura già ha allenato Belotti al Torino la scorsa stagione e ora in azzurro lo ha scelto cone principale bombardiere. Gli altri due hanno trovato invece meno spazio per questioni di modulo. Ma il ct ha detto che deve trovare le soluzioni migliori per far rendere i suoi esterni. Il 3-5-2 attuale non consente loro di rendere al meglio pur se di volta in volta adattati come tornanti, come mezze ali, o come seconde punte(un ruolo al momento di pertinenza dell’ottimo Immobile). Una di queste potrebbe riguardare questo trio. Belotti al centro dell’attacco, Bernardeschi sulla destra e Insigne sulla sinistra. I due esterni a piedi invertiti(il napoletano è destro, il fiorentino è mancino) per entrare dentro al campo e sfruttare il piede più forte per cross, tiri o assist.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: