Roma-Chievo 22/12/2016, Bruno Peres: “I tifosi possono contestare, l’importante poi è vincere” (VIDEO)

Pubblicato il autore: Alessio Pompili Segui

bruno peres

Le dichiarazioni di Bruno Peres ai giornalisti presenti in mix zone dopo la vittoria della Roma sul Chievo per 3-1 con la quale la squadra di Spalletti ha chiuso un 2016, inteso come anno solare, con i fiocchi.

I fischi del nostro pubblico allo stadio? I tifosi vogliono la vittoria, è normale, devono contestare e possono fare quello che vogliono. Noi quando entriamo in campo dobbiamo fare il nostro meglio. Se mi aspettavo un approccio più facile con la Roma? Sapevo che sarebbe stato difficile, però bisogna lavorare e cercare di far sempre meglio senza mollare un attimo. Bisogna cercare di migliorarsi sempre. Se il campionato è ancora aperto? Certo ci sono molte partite da giocare, dobbiamo cercare di vincere e mettere pressione alla Juventus. Come ho visto la sconfitta contro la Juventus? Ho visto una brutta sconfitta perché abbiamo giocato bene. Loro hanno fatto una buona partita ma quella era una partita da vincere. È un peccato non aver vinto. Il campionato è ancora aperto, dobbiamo cercare di non sbagliare e sperare in un loro passo falso”.

potrebbe interessarti ancheSampdoria, idea Florenzi per il centrocampo

La pagella di Bruno Peres secondo i quotidiani

Di seguito i voti dei quotidiani al terzino brasiliano, non proprio brillante in fase offensiva e molto disattento sul gol del Chievo. Il successo della squadra permette a Peres di cavarsela con un’insufficienza lieve, voto che sarebbe diventato da matita rossa se, al contrario, la Roma non avrebbe vinto.

La Gazzetta dello Sport: voto 5

Il Messaggero: voto 5.5

Leggo: voto 5

potrebbe interessarti ancheParma-Roma streaming e diretta tv Sky: dove vedere il match 10/11 ore 18

Il Corriere della Sera: voto 5

Il Corriere dello Sport: voto 5

Il Tempo: voto 5

Dall’inviato Alessio Pompili

notizie sul temaBorussia Monchengladbach-Roma: streaming e diretta Tv Europa League, dove vedere il match oggi 7 novembreCori contro Napoli, cori contro Balotelli: Il razzismo che si dimenticaIl pistolero Piatek finisce le cartucce
  •   
  •  
  •  
  •